Applicazioni e soluzioni

Innovation Case

Soluzione wireless: massima affidabilità con consumi e costi di gestione ridotti

08/09/2012

Innovare: cosa? L’idea

 

L’introduzione della tecnologia Wireless nell’ambito dei sistemi di sicurezza e domotica ha rappresentato indubbiamente un notevole vantaggio in termini di versatilità, avendo reso l’installazione tecnicamente più agevole e molto meno invasiva e soprattutto meno costosa. L’evoluzione di questa tecnologia nel nostro mercato è funzione diretta, così come nel mercato dei dispositivi mobile, delle migliori performance e dimensioni delle batterie (intesa come rapporto capacità/volume) da un lato, e dall’altro è funzione dell’affidabilità della comunicazione intesa come portata, immunità alle interferenze di qualsiasi natura e conseguente efficacia della supervisione del sistema.

 

La gestione corretta delle migliori bande/canali di frequenza da utilizzare, insieme agli intervalli di supervisione, sono altresì determinanti nello sviluppo di una tecnologia evoluta. L’idea è quella di rendere disponibile al mercato una tecnologia Wireless evoluta e di ultimissima generazione che sia in grado, in maniera automatica e continuativa, di ricercare il miglior compromesso tra ottimizzazione dei consumi ed una rice-trasmissione efficace ed affidabile in funzione della distanza tra i vari dispositivi e della tipologia di installazione. Inoltre la sfida è quella di riuscire a gestire con la stessa affidabilità architetture di sistema sempre più complesse, con la conseguente necessità di estendere al massimo il range di trasmissione senza aumentare i costi di gestione dell’impianto.

 

Innovare: come? La soluzione

 

Prima fra tutte, l’utilizzo della banda di frequenza a 868 MHz in tecnologia FSK. Questo permette di avere una migliore ricezione e trasmissione rispetto ai sistemi che adottano la vecchia linea di transceiver a 433 MHz. Inoltre la frequenza più alta permette di avere una lunghezza d’onda minore e pertanto dimensioni più contenute dei dispositivi. Mandatorio è l’utilizzo di un sistema completamente bi-direzionale, non solo per quanto riguarda il transceiver bensì per qualsiasi tipo di dispositivo, controllo remoto compreso. Questo risponde all’esigenza di poter monitorare ogni periferica per poterne rilevare l’eventuale scomparsa e/o sabotaggio e contribuisce anche alla robustezza del sistema in termini di immunità ai disturbi: la mancata risposta alla diagnostica di un sensore deve generare un evento di sabotaggio che deve essere opportunamente gestito.

 

Nonostante quanto venga comunemente assunto, la bi-direzionalità contribuisce, se utilizzata da un sistema intelligente, ad un’ottimizzazione dei consumi aumentando al massimo la prontezza e “robustezza” del sistema. Ad esempio, ogni volta che un sensore rileva un evento di allarme effettua immediatamente la trasmissione, senza attendere la richiesta da parte del sistema. Un sofisticato controllo di potenza in trasmissione (DPMS – Dynamic Power Management System) consente inoltre di ridurre le interferenze, massimizzare la durata delle batterie ed ottimizzare la potenza in funzione della distanza tra i vari dispositivi e della tipologia d’installazione. Tramite l’adozione del sistema “multi-receivers” è possibile, semplicemente alimentandolo, utilizzare il transceiver anche come ripetitore di segnale, consentendo di espandere la copertura. Inoltre, prevedendo una batteria ricaricabile agli ioni di litio si ottiene una soluzione di back-up anche in caso di prolungata assenza dell’alimentazione di rete => sistema professionale.

 

Nel caso in cui nell’architettura siano installati più ricetrasmettitori, il sistema determina dinamicamente ed automaticamente quale sia il migliore percorso da utilizzare nelle comunicazioni tra gli stessi e i sensori. Ciò significa eliminare qualsiasi configurazione o test manuale per determinare quale sia il percorso migliore che i vari dispositivi devono utilizzare per comunicare con i ricetrasmettitori. Il vantaggio fondamentale consiste inoltre nella possibilità, per il singolo host wireless, di agganciarsi al transceiver collegato su BUS al sistema oppure al repeater in maniera del tutto trasparente, sia per l’host, sia per il sistema. Oltre all’estensione del BUS si realizza così il concetto di ridondanza.

 

La massima protezione di tutto il sistema deve essere garantita mediante cifratura tramite algoritmo proprietario di ogni pacchetto di comunicazione. Tutti i dispositivi wireless di Ksenia Security hanno sviluppato e integrato tutte le tecnologie succitate e dispongono di un numero di serie univoco che viene automaticamente acquisito dal sistema in fase d’installazione; sia sul software di programmazione basis sia sulla tastiera della serie ergo vengono indicati in tempo reale il livello di segnale di ogni dispositivo ed il percorso di comunicazione qualora siano presenti più ricevitori su BUS o eventuali ripetitori.

 

Unità e Componenti

 

L’architettura della soluzione Ksenia Security si basa principalmente sull’adozione di:

 

  1. duo: ricetrasmettitore (versione su BUS ed universale) che può anche funzionare da ripetitore di segnale. Su ciascun sistema installato, possono essere configurati fino a 2 ripetitori.
  2. unum WLS: rilevatore volumetrico digitale a doppia ottica PIR con e senza immunità agli animali domestici
  3. poli: contatto magnetico con 2 ingressi ausiliari per gestione separate di zone cablate ausiliarie
  4. opera: comando remoto per poter attivare fino a 7 scenari diversi. 

Il transceiver consente di espandere le capacità della centrale mettendo a disposizione fi no a 64 dispositivi wireless, 128 zone e 20 telecomandi. Possono essere collegati al BUS fi no a 2 ricetrasmettitori, sia per espandere la copertura del segnale, sia per fungere da back-up uno dell’altro.

 

Vediamo in dettaglio i componenti.

 

unum wireless - I rilevatori di movimento digitali in tecnologia a infrarosso unum™ sono sensori professionali all’avanguardia, realizzati con componenti e materiali tra i migliori al mondo. Sotto ogni punto di vista, questi sensori garantiscono il più alto grado di affi dabilità nella rilevazione del movimento, senza incorrere in falsi allarmi. Inoltre, la serie unum™ immette sul mercato gli unici rilevatori dotati di lenti invisibili e ultramoderne, ovvero di lenti integrate al frontale anteriore grazie alla tecnologia E.L.T.™ (Embedded Lens Technology) che, avvalendosi di un’esperienza decennale nella progettazione di lenti professionali, utilizza il materiale della lente stessa anche per la progettazione dell’intero frontale. Il sensore di movimento dual PIR Digi Pyro™ con lenti EvenEye™ è di altissima qualità. Grazie alla comunicazione bidirezionale, la selezione della portata (6 o 12 m.) ed il numero di impulsi sono programmabili direttamente dal software basis senza bisogno di agire su jumper o fastidiosissimi dip-switches, oltre che consentire di modificarne la configurazione senza bisogno di riaprire il sensore stesso. Inoltre è possibile disattivare il sensore PIR ad impianto disinserito (impostazione di default) in modo da ridurre drasticamente l’assorbimento di corrente aumentando conseguentemente la durata delle batterie. Come in tutti i dispositivi, il rilevatore unum wireless implementa il controllo della potenza in trasmissione DPMS, la possibilità di programmare il tempo di supervisione da un minimo di 1 minuto fino ad un massimo di 4 ore (impostazione di default 5 minuti), il controllo dello stato di carica della batteria (con invio della segnalazione quando si rende necessaria la sostituzione della stessa), oltre ad integrare le protezioni anti-apertura ed antistrappo.

 

Poli - E’ un contatto magnetico wireless dal design esclusivo che si sviluppa seguendo il volume della batteria. Esso integra 2 ingressi programmabili che possono essere utilizzati per collegare dei contatti magnetici esterni fi lari, sensori tapparella o rottura- vetri rendendolo di fatto un piccolo modulo di espansione wireless (3 zone separate). Grazie alla comunicazione bidirezionale, la configurazione degli ingressi (tipologia, numero di impulsi, bilanciamento) è programmabile direttamente dal software basis, senza bisogno di agire su jumpers o fastidiosissimi dip-switches, oltre a consentire di modificarne la configurazione senza bisogno di riaprire il sensore stesso. Come in tutti i dispositivi, il contatto magnetico poli implementa il controllo della potenza in trasmissione DPMS, la possibilità di programmare il tempo di supervisione (impostazione di default 5 minuti), il controllo dello stato di carica, oltre ad integrare le protezioni anti-apertura ed anti-strappo.

 

Opera - E’ un controllo remoto (telecomando) dal design rivoluzionario, ergonomico e minimalista. Dispone di una parte circolare mobile che facilita l’azionamento dei 4 pulsanti identificati dalla grafica semplice ed funzionale; essi sono opportunamente protetti da pressioni indesiderate grazie alla concavità delle forme. Grazie alla comunicazione bidirezionale, opera non si limita a poter attivare fino a ben 7 scenari diversi, ma fornisce in qualunque momento lo stato dell’impianto (inserito totale, disinserito e inserito parziale) visualizzato tramite 3 LEDs posizionati sulla parte superiore. L’esecuzione dello scenario è confermata sia visivamente attraverso l’accensione di uno dei LED, sia grazie alla vibrazione del dispositivo. La funzione panico può essere anch’essa attivata per mezzo della pressione prolungata di qualsiasi tasto. L’implementazione di un complesso algoritmo di cifratura garantisce un livello di sicurezza superiore ed allo stesso tempo permette di utilizzare lo stesso telecomando anche su diverse installazioni.

 

Innovare: con chi? L’innovatore

 

Semplicemente unica nel settore della domotica e dell’antintrusione è la prestigiosa proposta tutta italiana di Ksenia Security, riconosciuta ed apprezzata in tutta Europa per la capacità di offrire un livello di innovazione e design senza precedenti, unitamente a soluzioni progettate e realizzate per essere davvero eco-sostenibili. Tale successo è possibile grazie alla lunga esperienza maturata nel settore, alla convergenza dinamica di idee e competenze eterogenee, all’impegno e passione profuse ed alla voglia di realizzare qualcosa di unico, nuovo ma solido, a misura delle esigenze sempre maggiori degli installatori e degli utenti fi nali, anche in termini di aspettative future, guidandole in una logica di integrazione totale. La nuovissima serie di centrali lares rappresenta la massima espressione in termini di potenza e modularità: componentistica di ultima generazione con un grado elevatissimo di affi dabilità, espandibilità e programmabilità “in-campo”.

 

Su un’unica scheda di centrale di dimensioni quanto mai contenute, si concentrano sia le funzioni domotiche sia quelle antintrusione, connettività IP/Ethernet e porta micro-USB di programmazione, nonché un’interfaccia bus differenziale ad altissima velocità per collegare: tastiera LCD multifunzione cap-sense ergo, comunicatore GSM/GPRS gemino, moduli di espansione auxi, modulo di comunicazione su PSTN pontis, lettore di prossimità in tecnologia NFC da esterno volo, isolatore e ripetitore divide, sirena da esterno imago e da interno radius con funzione di luce di emergenza. La serie lares è in grado di gestire fino a 128 zone integrando audio digitale bi-direzionale su bus e telecamere IP. Senza necessità alcuna di costosi hardware e/o software aggiuntivi, è possibile anche tramite e-mails ricevere, oltre naturalmente alle segnalazione di allarme primarie, anche preziose informazioni circa lo stato dell’impianto, mentre tramite il web-server integrato è possibile tele-gestire l’impianto da remoto mediante qualsiasi modello di smart-phone o iPad/Tab disponibile sul mercato.

 

Grazie all’accordo di partnership con la società Loquendo di Telecom Italia, soltanto gli installatori e gli utenti Ksenia Security hanno inoltre il privilegio di poter utilizzare le tecnologie vocali più avanzate, disponendo di un convertitore TTS (text-to-speech) e potendo scegliere addirittura tra 4 voci maschili e 4 femminili per la propria casella vocale e per la composizione dei messaggi vocali personalizzati. Ciò in associazione a basis, la piattaforma software progettata interamente da Ksenia in Java con una struttura modulare in grado di permetterne la personalizzazione completa. Basis si aggiorna da solo, facilita la programmazione dei dispositivi Ksenia e ne permette il controllo in tempo reale, anche da remoto, via IP e GPRS.

 

Infine, grande successo riscuotono i rilevatori volumetrici da interno della serie unum (vincitori del “Top Selection Safety & Security Award” a Sicurezza 2010), nonché i rilevatori da esterno ianitor a tripla tecnologia. Unici per la ricerca di un design e di uno stile inconfondibilmente minimalista e sobrio, tutti i prodotti Ksenia sono tali anche per il loro contenuto tecnologico e per un livello di affidabilità senza compromessi. Il team di Ksenia Security, in sodalizio con una rete di distribuzione di primaria importanza e competenza già presente in tutta Europa, ha in programma espansioni continue a questa piattaforma che per le sue caratteristiche intrinseche avrà lunga vita davanti a sé. La quadratura del cerchio tra estetica, prestazioni, servizi e costi è finalmente possibile.

 

Ksenia Security: la nuova dimensione della sicurezza.

 

www.kseniasecurity.com


Tag:   Ksenia Security,   wireless,   domotica,  

pagina precedente