Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Gestione integrata over IP di comunicazioni + sicurezza

04/08/2012

Efficienza, scalabilità e affidabilità sono elementi imprescindibili nella gestione delle comunicazioni, tecnologie che si legano a doppio filo al tema della sicurezza. futura è un nuovo sistema sviluppato da ERMES per la gestione integrata Over IP delle comunicazioni audio, di quelle video e di tutta una serie di servizi legati al mondo della sicurezza. ERMES ha voluto rendere disponibile una soluzione Over IP efficiente, scalabile e soprattutto affidabile per la gestione delle comunicazioni, suo tradizionale settore di attività, ma anche di altre funzioni nell’ambito della sicurezza, come la gestione dei lettori di badge per il controllo degli accessi o il monitoraggio di impianti ad elevata criticità, ad esempio gli ascensori nei luoghi aperti al pubblico.

Cuore del sistema è un’unità nativa IP, alloggiata in una meccanica per montaggio su guida DIN, che gestisce direttamente il collegamento LAN e che utilizza un protocollo Peer-To-Peer per comunicare con gli altri apparati del sistema. Questa unità consente la trasmissione di 4 segnali video analogici compressi con l’algoritmo H264, di un canale audio bidirezionale assistito da algoritmi di cancellazione dell’eco e anti-Larsen, di un ulteriore canale audio ausiliario, di alcuni ingressi di telesegnalazione e delle uscite di telecomando. L’unità futura dispone, inoltre, di un bus di espansione che le permette di interfacciarsi ad un massimo di 16 “moduli satellite”, ognuno specializzato in compiti specifici; tali moduli, combinandosi in vario modo, sono in grado di soddisfare in modo flessibile molte delle esigenze che si presentano agli integratori nello sviluppo di un impianto di sicurezza.

A completamento del sistema è disponibile un software di gestione da installare su un PC presso il posto centrale di controllo estremamente flessibile e in grado, tra l’altro, di gestire le unità futura ed i relativi moduli satellite tramite il posizionamento degli apparati sulle mappe dell’area, di effettuare la registrazione audio/video delle conversazioni e di mantenere traccia di tutti gli eventi su appositi LOG. L’utilizzo della compressione H264 per il segnale video e la disponibilità di tools di sviluppo rendono facilmente integrabile il sistema futura anche in software di centralizzazione di terze parti. I moduli satellite al momento disponibili sono: 

Modulo Intercom audio/video: Incorpora una telecamera, un microfono, un altoparlante e uno o più pulsanti di chiamata. E’ solitamente utilizzato nelle applicazioni videocitofoniche o come unità di interfaccia utente nelle colonnine SOS con chiamate che gestiscono sia l’audio sia il video.

Modulo Intercom audio: E’ analogo al precedente ma è privo di telecamere e pertanto è utilizzato in sistemi destinati alla gestione di sole comunicazioni audio.

Modulo gateway audio: E’ un modulo che incorpora un amplificatore audio da 40W con uscita a 100V di linea. Può pilotare direttamente linee di trombe o altoparlanti e può essere utilizzato per propagare annunci o musica di sottofondo nei sistemi di diffusione sonora (Public Address).

Modulo I/O: Gestisce 8 relè ed 8 ingressi optoisolati. E’ utilizzabile per effettuare telecomandi e acquisire telesegnalazioni da sistemi esterni.

Oltre a questi, sono in via di sviluppo altri moduli destinati a svolgere funzioni più specifiche come, ad esempio, un modulo che incorpora un lettore di badge o un modulo in grado di rilevare dati ambientali i principali punti di forza del sistema futura sono, da un lato, la flessibilità di impiego derivante dalla disponibilità dei numerosi moduli satellite, e, dall’altro lato, l’essere un sistema nativo IP con protocollo Peer-To-Peer in grado di indirizzare direttamente sulla LAN le unità con cui deve dialogare. Questi elementi fanno in modo che l’affidabilità di un sistema realizzato con futura sia estremamente elevata in quanto non sono presenti apparati che, in caso di guasto, possano pregiudicare il funzionamento dell’intero sistema come, viceversa, avviene in sistemi basati su unità centrali o che necessitano di server di gestione.

La disponibilità di una famiglia di moduli satellite in continua espansione consente che allo stesso punto IP possano far capo più funzioni che possono essere combinate in modo estremamente flessibile, sia in fase di prima installazione, sia successivamente, qualora nel corso della vita dell’impianto si presentassero necessità di nuove implementazioni. Un esempio di come sia facile non solo realizzare soluzioni impiantistiche complesse, ma anche apparati per specifiche applicazioni, è rappresentato dall’ultimo modello di colonnina SOS prodotto da ERMES. Questa colonnina utilizza una unità futura su guida DIN e due moduli di comunicazione audio/video che, posizionati sulla struttura a differenti altezze, ne rendono semplice l’utilizzo sia alle persone in posizione eretta, sia alle persone che fanno uso di carrozzella. Inoltre, sfruttando gli ingressi video disponibili sul modulo DIN, è possibile gestire due telecamere ausiliarie di contesto per la videosorveglianza dell’area circostante.

www.ermes-cctv.com 


Tag:   Ermes,   IP,   sicurezza,  

pagina precedente