Applicazioni e soluzioni

Application Case

Sondrio sceglie la Videosorveglianza Wireless Distribuita

28/06/2012

Stato di fatto e sfida tecnologia

La municipalità di Sondrio (capofila), assieme a quelle di Chiesa in Valmalenco e Ponte in Valtellina, ha da poco attivato un sistema di videosorveglianza wireless delle aree critiche realizzato con apparecchiature di ultimissima generazione. L’obiettivo era garantire al Corpo dei Vigili una copertura più uniforme del territorio grazie all’installazione di nuove telecamere in tecnologia nativa IP ed all’integrazione delle telecamere esistenti, collegate alla centrale operativa via radio, con l’ausilio di una rete wireless dedicata, che offre un elevato livello di sicurezza.

La tecnologia messa in campo

SIR.tel. srl, società che opera da anni nel campo delle applicazioni wireless e video IP importando e distribuendo i migliori brand di settore, assistendo il System Integrator Tel.e.Sic, si è adoperata nella pianificazione e progettazione di un sistema di centralizzazione video IP tramite collegamenti wireless atto a garantire, oltre che un ottimale collegamento dati, un elevato grado di stabilità della struttura network del sistema ed una facile espansione futura dello stesso. La piattaforma software di gestione video Genetec Omnicast Enterprise, installata su server Fujitsu Celsius, dedicata alla visualizzazione live, registrazione e gestione delle oltre 50 telecamere, unitamente agli encoder Verint per l’integrazione delle telecamere esistenti, hanno conferito al sistema un’elevata qualità video ed un elevato frame rate delle immagini. Le apparecchiature Infinet Wireless utilizzate per la rete radio hanno permesso di realizzare una rete wireless con tecnologia MINT sia per le connessioni punto-punto di dorsale, sia per le connessioni multi-punto di raccolta. Gli switch ethernet industriali Planet completano l’infrastruttura di rete.

Vediamo punto per punto le tecnologie utilizzate.

Omnicast Enterprise di Genetec: per consentire una costante fruibilità delle immagini sia in live che in registrato, si è scelto di realizzare un’architettura distribuita sia per gli archiviatori (Archiver), sia per il database (Directory). Omnicast migliora le prestazioni di ridondanza, ottimizzando le applicazioni critiche: assicura infatti la protezione dei dati nel caso in cui avvenga un guasto al sistema, grazie alle opzioni di Directory Failover, Failover Archiver e Redundant Archiving. Il servizio di Directory è il “cuore” del sistema: assicura infatti che le comunicazioni tra le postazioni ed il server siano perfettamente funzionanti. Il sistema di Failover Directory, infatti, controlla i principali compiti del servizio di Directory mediante polling ed interrogazioni del sistema remoto. Nel caso in cui il Directory principale fallisca, il suo Failover prenderà il controllo e tutte le postazioni saranno in grado di visualizzare il video live e playback in maniera trasparente all’utente, eliminando ogni ostacolo al sistema. Presso la sede principale di Sondrio è presente un archiviatore (per le telecamere referenti alla capofila) ed il Directory principale. Presso i comuni di Ponte in Valtellina e Chiesa in Valmalenco sono stati installati gli altri archiviatori con i relativi Failover Directory (in grado di subentrare al directory principale solo in caso di assenza di connettività).

Tecnologia MINT di Infinet: le apparecchiature Infinet Wireless utilizzate per la rete radio consentono di realizzare un’infrastruttura con tecnologia 2x2 MIMO con ridondanza hardware (doppia apparecchiatura radio) e gestione automatica dello scambio e della gestione del traffico senza router esterni di gestione, sia per le connessioni punto-punto di dorsale, sia per le connessioni multi-punto di raccolta, creando un’unica “Base Station Multipla” a copertura di un’intera area multi comunale. È la tecnologia MINT proprietaria di Infinet la peculiarità che ha permesso di creare un’infrastruttura di rete wireless che assicura nel tempo tre aspetti importanti: assoluta scalabilità; elevata efficienza nelle connessioni punto-multipunto; elevato throughtput netto. La scalabilità è garantita dalla possibilità di upgradare le unità esistenti mediante licenza software che ne regolamenta le prestazioni, fondamentale laddove sono previsti ampliamenti o integrazioni con nuovi siti di espansione; ad esempio ad un link o una base station che oggi garantisce un throughput netto di 80Mbps, ma che in futuro dovrà garantire ulteriori 40 Mbps di banda disponibi le (120Mbps di throughput netto in totale).

La parola all’integratore

Grazie all’efficienza del sistema, già il 17 gennaio scorso si sono visti i primi risultati: le telecamere hanno infatti ripreso un guidatore in stato di ebbrezza mentre investiva un bimbo. “I risultati parlano da soli – commenta Marco Carniel Responsabile tecnico di Tel.e.Sic. – Il lavoro di squadra svolto con la committenza e con i tecnici SIR.tel., ci ha permesso di sviluppare un sistema di videosorveglianza efficiente, basato su una robusta infrastruttura wireless”.

www.sirtel.it


Tag:   Sir.Tel,   wireless,   IP,  

pagina precedente