Applicazioni e soluzioni

Prodotti

Un nuovo sistema di videosorveglianza di Indigo Vision per la città di Chomutov

13/07/2012

EDIMBURGO (UK) - Essendo datato, il sistema TVCC analogico adottato dalla città ceca di Chomutov - 50.000 abitanti (80.000 nell'area metropolitana) - è stato sostituito da un nuovo sistema di videosorveglianza per aree estese basato sulla tecnologia video IP di IndigoVision. Obiettivo: ridurre la criminalità e migliorare il monitoraggio del traffico. Il nuovo sistema è affidabile e sicuro e si integra con il software per la gestione delle emergenze utilizzato dalla Polizia mediante il collegamento di tre stazioni Control Center. Quest'ultimo è l'interfaccia utente di SMS4™, la soluzione di gestione della sicurezza di IndigoVision.

Nelle parole di David  Žažo, della Polizia di Chomutov, la spiegazione delle sue prerogative principali: “Il nuovo sistema ha trasformato la videosorveglianza nella città: è affidabile, completamente stabile e consente un illimitato potenziale di crescita grazie alla sua architettura distribuita. La Polizia può prendere decisioni migliori e più rapide grazie all'eccellente qualità delle immagini di cui ora dispone”. I requisiti di larghezza di banda minimi e l'eccellente qualità delle immagini sono stati infatti elementi decisivi nella scelta della soluzione da parte della città, al pari dell'architettura distribuita, che non richiede un server centrale e il semplice backup delle unità NVR.

Il partner locale di IndigoVision MKDS Besy s.r.o. ha installato 32 telecamere PTZ analogiche, due delle quali mobili per creare maggiori opzioni di monitoraggio, connesse tramite 32 codificatori IndigoVision 9000. Sono inoltre presenti due videoregistratori di rete Windows NVR-AS, uno operativo e uno di backup. Il sistema dispone di una capacità di storage di 4 TB con flessibilità RAID5. Le due telecamere mobili utilizzano la funzione Activity Controlled Framerate (ACF) di IndigoVision per ridurre i requisiti di larghezza di banda sulle connessioni Wi-Fi.

L'ACF controlla il frame rate del flusso video della telecamera in base alla quantità di movimento presente nella scena: se non viene rilevata alcuna attività, il video viene trasmesso con un frame rate minimo; quando invece viene rilevato un qualsiasi movimento, il video viene trasmesso automaticamente al frame rate massimo configurato, così da ottimizzare la raccolta dei dati. Questa tecnologia dinamica permette di ridurre notevolmente i requisiti di larghezza di banda e di memorizzazione per le telecamere utilizzate per il monitoraggio di scene statiche o durante le ore notturne, ore in cui si riduce al minimo l'attività.

www.indigovision.com

 



pagina precedente