Applicazioni e soluzioni

Prodotti

Nuova iniziativa della Fondazione Enzo Hruby: un sistema di videosorveglianza per la sicurezza della Basilica Palladiana a Vicenza

31/03/2012

VICENZA - Ambizioso e affascinante l'impegno che Fondazione Enzo Hruby, la prima fondazione italiana ed europea per la salvaguardia dei beni culturali, ha assunto e ufficializzato lo scorso 27 marzo nel corso di un'affollata conferenza stampa, tenutasi a Palazzo Trissino, sede del Comune di Vicenza. Si tratta infatti di un intervento per la sicurezza e la tutela di un bene considerato "Patrimonio Unesco", la Basilica Palladiana, e delle piazze su cui la stessa si affaccia. Oltre al sindaco, Achille Variati, agli assessori alla sicurezza e alla cultura, era presente il Vice presidente della Fondazione, Carlo Hruby, che ha voluto sottolineare la "grande disponibilità e sensibilità dimostrata dall'Amministrazione". Grazie a questo importante accordo tra pubblico e privato, entro la fine di maggio sarà operativo un sistema avanzato di videosorveglianza, telegestito 24 ore su 24. Esso sarà costituito da 22 telecamere su rete IP e da un sistema digitale di videoregistrazione.

Sono previste 16 telecamere fisse ad alta risoluzione, per la copertura completa del porticato al piano terra, e 5 telecamere orientabili situate in punti strategici sopraelevati, per la protezione della parte esterna. Il sistema – che verrà realizzato, a titolo gratuito, dalla società Pieffe Sistemi di Vicenza – sarà collegato con la centrale operativa del comando della Polizia locale e con la sala di controllo della Polizia di Stato, che potranno scegliere le migliori inquadrature, grazie alle riprese a 360 gradi e ai potenti zoom delle telecamere. Oltre che una fondamentale funzione di sorveglianza e deterrenza contro atti vandalici, il sistema consentirà di trasmettere in tempo reale, via Internet e in tutto il mondo, le immagini di Vicenza e della Basilica, diventando quindi un efficace strumento di promozione della città. Nel corso della conferenza stampa sono stati illustrati i rigorosi parametri di rispetto ambientali, artistici, religiosi e storici con i quali questa nuova iniziativa della Fondazione, la terza di tale complessità, dopo la Biblioteca della Basilica di San Francesco di Assisi e il Sacro Monte di Varallo, si è dovuta confrontare e che hanno reso questo impegno una vera e propria sfida.

www.fondazionehruby.org



pagina precedente