Notizie

Eventi

Assemblea Assistal, un confronto tra imprenditori e sindacato sulla crisi del settore impiantistico

18/09/2011

MILANO - Patrocinato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Regione Lombardia, si è svolto lo scorso 16 settembre un convegno organizzato da Assistal nell'ambito dell'annuale assemblea dei soci, "Impiantistica italiana tra crisi e rilancio. Imprenditori e sindacato a confronto", tenutosi presso il Centro Congressi Milanofiori di Assago. L'incontro, introdotto dal nuovo Presidente dell'Associazione Nazionale Costruttori Impianti, Giuseppe Gargaro, è stato un significativo momento di confronto tra alcuni imprenditori, titolari di imprese impegnate nella realizzazione di grandi opere e infrastrutture tecnologiche sia in Italia sia all'estero, e i Segretari Generali delle sigle sindacali FIM, FIOM e UILM. "L'assetto economico del nostro paese è in una situazione di grande incertezza – ha esordito il Presidente – e sul nostro settore gravano alcune criticità, aggravate dal perdurare della crisi e dall'assenza di misure incisive in grado di invertire la rotta." Gargaro ha poi svolto una disamina sui principali elementi di difficoltà del comparto: la ridotta marginalità dovuta alla forte competizione tra le imprese, la costante difficoltà di accesso al credito (cui si aggiunge il fatto che la Pubblica Amministrazione è giunta a superare l'anno di ritardo nei pagamenti), le alte voci di costo, la mancanza di efficaci misure per la crescita nella manovra economica del Governo.

Al suo intervento, conclusosi con l'auspicio di un confronto ampio e serio a livello nazionale per trovare soluzioni in grado di rilanciare il comparto, è seguito l'intervento di Lorenzo Bellicini, direttore Cresme. Il quadro che ha tratteggiato è cupo: "Nel settore delle costruzioni, dopo una debole ripresa nel 2010, quanto prevale è ora solo l'incertezza. Lo scenario economico è allarmante: sta modificandosi radicalmente la struttura sociale del paese e diminuisce il Pil, le imprese, nella quasi totalità dei casi, hanno drasticamente visto ridursi il proprio fatturato. Bellicini vede nella capacità delle imprese di recuperare uno "slancio vitale", riqualificandosi all'insegna dell'innovazione, della tecnologia e della sostenibilità ambientale una delle chiavi per uscire da questa drammatica fase di stagnazione. Paolo Bricco, giornalista economico del Sole 24 Ore, ha poi dato l'avvio a un interessante dibattito, a cui hanno preso parte alcuni imprenditori, Giorgio Bergamini, Consigliere Delegato ASTRIM, Stefano Borghi, Presidente SITE, Vincenzo D'Ingianti, Amministratore Delegato Carlo Gavazzi Impianti Spa. Davvero eccezionale la presenza in contemporanea dei vertici di tutte le sigle sindacali. Presenti infatti Giuseppe Farina, Segretario Generale FIM-CISL; Maurizio Landini, Segretario Generale FIOM-CGIL; Rocco Palombella, Segretario Generale UILM-UIL.

Cosa accadrà nei prossimi anni? Il settore troverà una via di uscita o le sempre più complesse relazioni industriali rischiano di essere elementi ostativi? Sono numerosi e seri i problemi che i vari interventi hanno evidenziato, dall'eccessiva frammentazione dei processi costruttivi, all'allarmante fenomeno delle infiltrazioni della malavita organizzata, al contestatissimo art. 8 della manovra economica appena approvata. Imprenditori e sindacati hanno espresso, per ovvie ragioni, punti di vista differenti, ma su un punto si sono trovati d'accordo. "O dalla crisi si esce insieme, o tutti insieme si dovrà ulteriormente regredire" - ha affermato Landini. La flessibilità richiesta alle aziende da un mercato globalizzato e in costante evoluzione deve accompaganrsi al rispetto di regole, chiare e condivise dalle parti, senza nostalgie ideologiche per il passato, con responsabilità, spirito di coesione, schemi di pensiero nuovi. Il convegno di Assistal, in definitiva, anche se ha visto l'assenza di un protagonista fondamentale (il Governo, anche se l'on. Sacconi ha inviato una comunicazione) è riuscito nell'intento di lasciare almeno una traccia concreta: il costruttivo confronto sui temi della crisi è di per sé una premessa per stimolare il rilancio di un settore che può e deve tornare a rappresentare un punto di eccellenza nel sistema industriale del nostro paese.

www.assistal.it


Tag:   Assistal,   normative,   sicurezza,  

pagina precedente