Notizie

Eventi

7-9 settembre, a Bari il 56° Congresso Nazionale degli Ingegneri

06/09/2011

BARI - Anticipato nei contenuti da una conferenza stampa svoltasi il 5 settembre, durante la quale il presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari, Domenico Perrini, lo ha definito come un "momento di riflessione che non riguarda solo i professionisti iscritti all'Albo, ma i cittadini e il Paese", prende l'avvio domani il 56° Congresso Nazionale degli Ingegneri. Il Teatro Petruzzelli di Bari, dal 7 al 9 settembre, sarà infatti teatro della manifestazione "Più ingegneria nel futuro dell'Italia" a cui prenderanno parte circa 1.200 professionisti provenienti da tutto il paese.

Come illustrato ai giornalisti da Perrini e dal presidente del Centro Studi del Consiglio Nazionale (CNI), Romeo La Pietra, il convegno è l'occasione per affrontare numerosi argomenti e questioni di attualità. Da sottolineare il fatto che, per la prima volta nella storia del Congresso, saranno interessati tutti e tre i settori in cui si articola l'Albo degli Ingegneri. Per il settore civile-ambientale si parlerà del recupero del patrimonio infrastrutturale e architettonico esistente. Come ha evidenziato Perrini, che ha anche voluto fare un accenno alla carenza di infrastrutture in Puglia, "non si tratta solo di riabilitare il patrimonio architettonico ma anche quello che riguarda il trasporto su ferro, su strada e marittimo".

Per quanto riguarda l'ingegneria industriale, il dibattito sarà incentrato sul tema dell'energia. In primo piano l'attualissima questione energetica, le fonti tradizionali e rinnovabili, i temi dell'efficienza energetica e della mobilità sostenibile. "Risorse e incentivi – ha ammonito La Pietra – andrebbero indirizzati alle fasi della ricerca e dello sviluppo, non a quella della commercializzazione. Solo così si investirebbe sul Sistema Paese". La sicurezza dei sistemi informatici è invece il punto cruciale su cui i relatori si soffermeranno trattando l'aspetto relativo all'ingegneria dell'informazione: un settore per il quale, come ha precisato La Pietra, "attualmente non sono previste responsabilità individuali". La parte conclusiva dell'incontro sarà dedicata al tema della riforma della professione e alla necessità di mantenere gli ordini, che non sono da considerare, come puntualizzato Perrini durante la conferenza stampa "organismi corporativi bensì strutture istituite a difesa dell'utenza".

www.congressonazionaleingegneri2011.it


Tag:   energia,   ICT,   informatica,   sicurezza,  

pagina precedente