mercoledì, 13 dicembre 2017

News

Eventi

Sicurezza nel retail: Forum Retail dice addio ai silos

01/12/2017

MILANO - Oltre 650 partecipanti sono convenuti alla prima giornata della 17° edizione di Forum Retail, kermesse organizzata da IKN Italy e diventata ormai il punto di riferimento del retail per completezza dei contenuti, livello degli speech e alto profilo dei visitatori.
Alla redazione di a&s Italy è stata affidata la moderazione di una delle sessioni pomeridiane, dedicata al tema della sicurezza nel retail – che rappresenta per l'industria della security uno dei verticali più importanti e promettenti, sia in termini di volumi di vendite, sia in termini di sofisticazione tecnologica. Questo perché, considerato che talvolta le differenze inventariali pesano quasi quanto il fatturato, nel retail fornire sicurezza significa proteggere i profitti, dunque lo stesso core business. La security deve dunque essere intesa come un booster, un acceleratore di prestazioni, e deve richiedere il coinvolgimento attivo di tutte le figure aziendali a qualunque livello operativo. Lato vertice, si impone di abbandonare la logica “a silos” che finora ha caratterizzato le varie funzioni aziendali, per porre la security al centro della vision strategica.
La protezione del dato (che può essere anche il dato dello stock di magazzino, se strategico) è un altro aspetto che afferisce sì alla funzione security, ma si allarga a tutte le funzioni apicali e diventa un nodo ancor più centrale con la crescita esponenziale dell'e-commerce e del rischio cyber. Poiché le logiche di vendita online vivono di feeback, perdere fiducia nel vendor perché si è stati vittima di una frode può generare incalcolabili danni all'immagine aziendale. L'imminente piena applicazione del Regolamento Europeo sulla privacy, tuttavia, per la funzione security potrebbe rilevarsi un utile ancoraggio normativo per fare leva sulle funzioni apicali, perché tuttora – nonostante rari casi – la sicurezza è spesso considerata un mero costo.
Per portare avanti un pensiero alternativo ed evoluto, il Laboratorio della Sicurezza (capitanato dal Presidente Giuseppe Mastromattei, Security Manager di H&M) sta sperimentando la condivisione di best pratice ed esperienze tra 30 security manager: una scommessa che ha generato un osservatorio sulla sicurezza nel retail, realizzato in collaborazione con Crime&Tech, spin-off di Università Cattolica – Transcrime, e che vorrebbe allargarsi anche all'estero e soprattutto alle altre figure aziendali, oltre ai fornitori di servizi e tecnologie in chiave dialogica. I fornitori, rappresentati in Forum Retail da Hikvision, si sono mostrati più che disponibili a sottoporre idee e proposte perchè l'innovazione tecnologica si ponga realmente al servizio della committenza, oltre a condividere il tema “privacy by design” come opportunità ed elemento competitivo anche per chi fornisce alta tecnologia.
In sintonia con questo nuovo approccio dialogico anche il mondo dell'Hotelleria di Lusso, rappresentato da Andrea Lorenzi (Director of Engineering and Security di Park Hyatt Milano): in quel campo, che rappresenta un interessante benchmark per le realtà del retail più esposte al rischio, come quelle che maneggiano valori importanti, che operano 24/365 o che sono collocate in aree sensibili, da tempo si organizzano tavoli di condivisione. Le parole chiave di questi board sono: risorse umane, tecnologie all'avanguardia, utilizzo profondo dei dati a disposizione. Lesson learned.



pagina precedente