mercoledì, 13 dicembre 2017

News

Eventi

La certificazione al centro del Convegno di Anie Sicurezza "Metti a fuoco la tua professionalità"

27/11/2017

MILANO – In occasione dell'edizone appena conclusa di Sicurezza, operatori del settore, manutentori, installatori, produttori, professionisti, sono convenuti numerosi all'incontro gratuito di approfondimento tecnico-normativo, “Metti a fuoco la tua professionalità”, organizzato da Anie Sicurezza. Gli esperti dell'associazione hanno proposto ai presenti una disamina sulle principali novità in ambito normativo sul tema della rivelazione elettronica incendi e dei sistemi di evacuazione audio e soprattutto un confronto aperto sulle questioni più rilevanti, in particolare su quelle relative al riconoscimento della professionalità degli operatori.

Andrea Ceppi, Segretario dell'Associazione, ha introdotto i lavori e, dopo una premessa dedicata ai riferimenti legislativi del settore, ha illustrato il percorso Formativo per Manutentori, propedeutico alla Certificazione della Figura Professionale, chiarendo che per poter operare nel rispetto della Regola dell’Arte, gli operatori del settore sono chiamati a una “via sicura e certa: l’applicazione delle Norme Tecniche Nazionale e/o Europee”. Ha inoltre ribadito come un livello di qualità accettabile necessario nel settore della Safety possa essere ottenuto soltanto con attività svolte secondo questa regola e grazie a Operatori Tecnici Qualificati.

 

La qualificazione degli operatori è stato un punto focale dell'incontro. La certificazione del Tecnico manutentore di impianti di rivelazione automatica e manuale antincendio e di evacuazione audio è stato tema dell'intervento di Giacomo Lo Presti, IMQ - Responsabile del Settore Certificazione Figure Professionali. In primo piani i vantaggi dello Schema di certificazione IMQ-Anie Sicurezza. Le competenze, innanzitutto, che vengono verificate sulla base di evidenze oggettive da una Terza parte che garantisce indipendenza e imparzialità; la persona è spinta ad acquisire, mantenere e migliorare nel tempo le proprie competenze; permette di ottemperare a quanto indicato dall’All. VI del DM 10/03/1998 “Controlli e manutenzione sulle misure di protezione antincendio” che richiede che l’attività di controllo periodica e la manutenzione venga eseguita da personale competente e qualificato.

A conclusione di un percorso di formazione specializzata, la Certificazione delle figure professionali, è un valido strumento – indipendente, imparziale e trasparente – per attestare il possesso dei requisiti necessari per operare in un determinato settore di attività. “In assenza di una norma o di un albo professionale specifico – ha ribadito Dario Nolli, coordinatore Commissione Didattica Anie Sicurezza,  lo schema di certificazione IMQ-ANIE T.I.R.A.E., rivolto ai Tecnici Manutentori Fire ed Evac, si pone quale percorso qualitativo in grado di attestare tali competenze e fornire un’oggettiva garanzia all’utente finale.”

Grazie a questa certificazione, gli operatori vedono infatti riconosciuta la loro preparazione e affidabilità, in grado di garantire i produttori e i distributori sul corretto utilizzo dei loro prodotti e di offrire ai committenti l’evidenza di essersi rivolti a imprese affidabili che impiegano professionisti competenti e sempre aggiornati sulle nuove tecnologie.

In conclusione dell'incontro, sono state ricordate le prossime date del Corso di formazione “Tecnici Manutentori FIRE ed EVAC” propedeutico alla certificazione IMQ-QNIE T.I.R.A.E: 6-9 marzo 2018; 2-5 ottobre 2018.

 


maggiori informazioni su:
www.aniesicurezza.anie.it



pagina precedente