mercoled√¨, 13 dicembre 2017

News

Business & People

Videosorveglianza nei presidi di guardia medica, la Puglia investe in sicurezza

05/12/2017

MILANO - "Siamo disponibili a fare qualsiasi tipo di investimento ci sarà chiesto dai comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza in termini di sorveglianza e di ristrutturazione degli uffici". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine della conferenza regionale per l'ordine e la sicurezza che si è tenuta in Prefettura a Bari la scorsa settimana per discutere in particolare sul tema delle aggressioni ai medici in servizio nei presidi notturni di guardia medica.

L'episodio più recente ha riguardato un medico, vittima, mentre era in servizio in provincia di Bari, di violenza e minacce. Durante l'incontro, al quale hanno partecipato tutti i prefetti pugliesi e i vertici delle forze dell'ordine, il presidente ha chiesto "che gli specialisti della sicurezza indichino in quale modo sia possibile garantire una maggiore sicurezza degli operatori della sanità regionale, con quali uomini e soprattutto con quali mezzi".

Al vaglio della Regione e dei prefetti pugliesi vi sono una serie di proposte e idee, dal potenziamento della videosorveglianza, attualmente presente nel 60% circa delle 224 sedi regionali di guardia medica, a dispositivi di chiamata rapida dalle strutture sanitarie alle Forze dell'ordine fino a una più capillare presenza di polizia e carabinieri anche durante le ore notturne.

 

 



pagina precedente