lunedì, 18 dicembre 2017

News

Business & People

Parchi acquatici e di divertimento, la sicurezza è una priorità

28/09/2017

MILANO – Quello dei parchi acquatici e di divertimento rappresenta un settore in costante crescita. Soltanto in Italia, nel 2016, ha registrato 721,8 mila presenze (a cui corrisponde un volume d’affari di €358,4 milioni) e questo dato fa comprendere l'importanza del fattore sicurezza. Anche a livello mondiale, il segmento registra una costante crescita, con 438.267.000 visitatori nel 2016, in aumento del 4,3% rispetto all'anno precedente.

Quello della sicurezza sarà quindi un tema centrale sul quale TÜV SÜD si soffermerà alla fiera EAS (European Attraction Show) in svolgimento a Berlino dal 26 al 28 settembre 2017. TÜV SÜD (Padiglione 18, stand 18-2219), di cui TÜV Italia fa parte, è uno dei principali fornitori a livello mondiale nell’ambito della qualità, della sicurezza e delle soluzioni di sostenibilità per le attrazioni e i parchi di divertimento ed esegue circa 2.000 ispezioni all'anno in numerosi paesi, mirate a rendere i parchi più sicuri per i visitatori.

La presenza di TÜV SÜD all’European Attraction Show è incentrata sulla sicurezza e i controlli dei parchi acquatici e di divertimento oltre che sulle misure di ammodernamento delle attrazioni esistenti. In base ai regolamenti nazionali e internazionali, i parchi di divertimento e le relative attrazioni, sono sottoposti a ispezioni iniziali e a regolari controlli periodici per garantirne la sicurezza, effettuati secondo la norma europea EN 13814 o la norma internazionale ISO 17842. TÜV SÜD proporrà "Retrofit EN 13814", che offre ai gestori dei parchi il completo supporto per essere in regola con le misure di ammodernamento in accordo alla normativa vigente.

TÜV SÜD offre inoltre il suo nuovo pacchetto “Safety Check” specifico per parchi acquatici, che permette ai gestori delle strutture di soddisfare i requisiti sempre più severi nell’ambito della sicurezza e di rispettare gli adempimenti previsti come proprietari e operatori. A questo scopo, TÜV SÜD ha contribuito a sviluppare un elenco modulare di criteri, che vanno dai test su singoli scivoli acquatici secondo la norma EN 1069 alle verifiche agli interi parchi acquatici secondo la norma EN 15288 e altre direttive pertinenti. La struttura modulare del Safety Check permette ai gestori di piscine e parchi di tutte le dimensioni di fornire soluzioni ad un’ampia gamma di richieste.

 

 

 



pagina precedente