martedì, 26 settembre 2017

News

Business & People

Sicurezza carceri in Italia, urge una tecnologia più avanzata

06/09/2017

ROMA - I turni massacranti del personale, il non raro fenomeno dell'evasione di detenuti, la necessità di aprire nuovi padiglioni nelle carceri e l’esigenza di migliorare architettonicamente quelli esistenti con la creazione di più spazi a disposizione per tutti: sono alcune delle esigenze per le quali il Governo dovrebbe trovare soluzioni capaci di rispondere alla pesante situazione in cui versano gli Istituti di pena nel nostro paese.

Il piano di assunzioni autorizzate dal Ministro Madia sono di 305 unità di Polizia Penitenziaria e a questo si dovrebbe aggiungere un potenziamento di impianti antintrusione e antievasione, attualmente inadeguati. Da più parti si invoca quindi la necessità che la prossima legge di bilancio aumenti l’organico e che stanzi risorse finanziarie in grado di consentire agli istituti di pena una maggiore sicurezza e ai detenuti e personale una maggiore vivibilità, grazie anche a un necessario e non più prorogabile aggiornamento tecnologico.

 



pagina precedente