sabato, 25 novembre 2017

Privacy

Privacy

Risk:Value 2017 e Regolamento Privacy: ancora scarsa la consapevolezza delle aziende

18/08/2017

MILANO - Non sono molto confortanti i risultati del report Risk:Value 2017 commissionato da NTT Security, l’azienda specializzata in sicurezza del gruppo NTT, che esamina l’attitudine delle aziende nei confronti dei rischi e il valore della sicurezza delle informazioni per le aziende e che ha coinvolto 1.350 dirigenti non appartenenti all’ambito IT in 11 paesi.

Molti sono ancora i decision-maker aziendali nel mondo non consapevoli delle implicazioni del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali e di altre normative come PCI-DSS e ISO27001/2. Addirittura uno su cinque di loro ammette di non conoscere neppure a quali normative sia soggetta la propria organizzazione.

Soltanto quattro intervistati su dieci a livello globale ritengono che la loro organizzazione sarà soggetta al GDPR. Nel Regno Unito, solo il 39% degli intervistati attualmente considera la GDPR un problema di conformità e il 20% ammette di non saperne niente, mentre al di fuori dell’Europa il livello di consapevolezza è perfino inferiore. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, solo un quarto dei decision-maker aziendali, il 26% in Australia e il 29% a Hong Kong ritiene di essere soggetto a GDPR, anche se tali norme saranno applicabili a qualsiasi azienda che tratta dati di cittadini europei.

In riferimento al tema del trattamento dei dati, componente chiave del GDPR, il report Risk:Value rivela che un terzo degli intervistati non è al corrente di dove siano archiviati i dati dell’azienda, mentre il 47% afferma che tutti i dati critici sono archiviati in modo sicuro. A dimostrare un maggior grado di consapevolezza sono le organizzazioni nel settore bancario e dei servizi finanziari, nel settore delle tecnologie e dei servizi informatici.

Come ha rilevato Dolman Aradori, vice president e responsabile Security di NTT DATA Italia, il report indica chiaramente che spesso la conformità è considerata un costoso adempimento che genera un valore minimo o del tutto assente. Come invece dovrebbe essere noto, il GDPR rappresenta per le aziende l’occasione per considerare la protezione dei dati come parte integrante della propria strategia di business, dato che il mancato rispetto delle norme comporta il pagamento di onerose sanzioni.

 


maggiori informazioni su:
http://www.lineaedp.it/news/31372/gdpr-questo-sconosciuto/#.WYIbjS8Ukhc



pagina precedente

Una miniguida per aiutare a capire gli aspetti principali a muovere i primi passi nel mondo Privacy.

Acquistala ora a soli 8,00 Euro
Ethos Academy

Linea diretta con l'esperto di privacy

Per i professionisti della videosorveglianza

Vi sveliamo i segreti della privacy rispondendo alle vostre domande.
Videosorveglianza e Privacy: un tema scottante che alimenta dubbi e incertezze tra i professionisti della sicurezza.
Un servizio online come opportunità di ulteriore informazione, con espoerti che danno risposte complete su riferimenti normativi.

Scopri Helpdesk