domenica, 17 dicembre 2017

News

Tecnologie

Da TKH Security “Barriere Virtuali” per la sorveglianza delle infrastrutture critiche

10/08/2017

MILANO – Le tante e importanti le sfide che attendono il servizio idrico nazionale sono state al centro dell'analisi di Watec Italy 2017, mostra-convegno dedicata alla gestione e alla salvaguardia della risorsa idrica.

L'evento, che si è tenuto nel capoluogo siciliano dal 21 al 23 giugno scorso, con la collaborazione di Regione Sicilia e Università di Palermo, ha avuto tra i temi cardine la ricerca di nuove soluzioni per fronteggiare le maggiori criticità, anche e soprattutto sul fronte della sicurezza.

Tra le più all’avanguardia per la sorveglianza dei bacini idrici, si segnala quella elaborata da TKH Security Solutions. Enrico Dani, Sales Director, l'ha presentata: “Barriere Virtuali: riconoscimento e verifica immediata delle intrusioni grazie all’analisi video per grandi perimetri”, tecnologie utili anche nella prevenzione di furti d’acqua e allacci abusivi, perché consentono di vigilare costantemente sulle reti.

Questa soluzione per la protezione di infrastrutture critiche, che trova molte applicazioni sia in campo industriale, sia in ambito di tutela ambientale, ha suscitato grande interesse perché, mentre evidenziava delle criticità non note a tutti in tema di inquinamento delle fonti idriche, nel contempo tranquillizzava la platea illustrando la risposta tecnologica al problema.

Si tratta di sistemi all’avanguardia che rispettano regole molto rigorose di gestione della sicurezza globale, automatizzando la gestione delle criticità e sfruttando le più moderne tecnologie per il controllo degli accessi e l’antintrusione, per la comunicazione videocitofonica e di videosorveglianza e integrandole in soluzioni in grado di affrontare le sfide più complesse in termini di sicurezza e comunicazione, fornendo la capacità di reagire in tempo reale a qualsiasi evento.

 


maggiori informazioni su:
http://www.aasset-security.it/



pagina precedente