sabato, 16 dicembre 2017

News

Normative

Installare la videosorveglianza in un luogo di lavoro senza preaccordo è reato

16/05/2017

ROMA - La Corte di Cassazione è tornata a pronunciarsi in materia di privacy dei lavoratori e in particolare di videosorveglianza sui luoghi di lavoro con la sentenza n.22148/2017 del 9 gennaio e depositata il 9 maggio scorso.

Per la suprema corte costituisce reato installare impianti di videosorveglianza in un ambiente di lavoro senza il preventivo accordo sindacale o l’autorizzazione da parte della Direzione Territoriale del Lavoro, così come previsto dallo Statuto dei Lavoratori Legge 300/1970 e s.m.i.

Nulla vale l’accordo sottoscritto dai singoli lavoratori anche se raggiunto preventivamente all’installazione. Si stravolge quindi l’orientamento giurisprudenziale tenuto in precedenza, secondo cui non c’è reato nel momento in cui il datore chiede il consenso preventivo ai suoi dipendenti pur non avendo raggiunto un accordo sindacale.

 


maggiori informazioni su:
www.lavoroediritti.com



pagina precedente