venerdì, 23 giugno 2017

News

Business & People

Nuovi contributi del Comune di Asti ai privati per installare telecamere di videosorveglianza

26/04/2017

ASTI - Il comune di Asti mette a disposizione dei cittadini nuovi contributi per l’installazione di  telecamere di videosorveglianza privata. Condomini e i titolari di negozi o botteghe artigiane potranno ricevere un contributo pari a cinquecento euro.

"Rispetto allo scorso anno – ha spiegato il sindaco della città nel corso di una recente conferenza stampa - l’ammontare del contributo sale da 400 a 500 euro, poiché nel frattempo sono arrivate sul mercato tecnologie più efficaci e il costo degli impianti è salito da 990 a 1090 euro più Iva”.

Questi impianti di ultima generazione sono garantiti e installati da professionisti autorizzati di Confartigianato e CNA che hanno sottoscritto l’apposito protocollo con il Comune con cui si sono impegnati a mantenere un prezzo calmierato. Circa sessanta nuove telecamere vigilano sulla città e sono quindi lo stesso numero i contributi già erogati fino a ora dal Comune.

“Il vantaggio di tanti nuovi occhi elettronici – prosegue il sindaco - non è solo dei privati che sorvegliano la loro proprietà ma di tutti i cittadini: in base al bando, infatti, tutti gli impianti finanziati devono avere almeno una telecamera che punta sulla pubblica via e le immagini registrate saranno a disposizione delle forze dell’ordine per qualunque tipo di indagine”.

Sono stati diversi gli episodi di cronaca, nei mesi scorsi, in cui le forze di polizia hanno potuto identificare gli autori di gravi reati grazie alle telecamere di videosorveglianza di negozi o condomini, che riprendevano la pubblica via in prossimità degli eventi criminosi.

Per agevolare le forze dell’ordine nelle indagini è stato istituito in Comune l’albo delle telecamere private, che permette a Polizia, Carabineri e Municipale di sapere se nelle vicinanze del luogo in cui è avvenuto un crimine sono presenti telecamere.

In questo periodo prosegue l’installazione da parte del Comune di telecamere di videosorveglianza pubbliche anche nelle frazioni e sugli autobus per una maggiore sicurezza: “Tra le telecamere pubbliche e quelle private, installate anche grazie al contributo economico del Comune, vogliamo diventare la città più videosorvegliata d’Italia”.

 


maggiori informazioni su:
www.ansa.it



pagina precedente