Notizie

Roma Termini: i lavori per la costruzione del parcheggio

30/03/2010

ROMA - Oltre 10.000 tonnellate di acciaio, 16.000 metri cubi di calcestruzzo, 50 mesi di lavori e tecniche costruttive innovative per dar vita alla nuova piastra parcheggio sopra i binari della stazione di Roma Termini.
Il progetto, che prosegue l'opera di riqualificazione e riorganizzazione funzionale della stazione Termini e le cui fasi operative preliminari hanno preso il via già dallo scorso settembre con una serie di indagini geologiche preliminari, prevede la costruzione di un parcheggio sopraelevato rispetto ai binari.
Il parcheggio si svilupperà nell'area compresa tra i due sottopassi di stazione e avrà una capacità di circa 1400 posti auto e 180 posti moto su 3 piani accessibili attraverso una rampa da via Marsala.
I collegamenti pedonali tra il parcheggio e la stazione saranno garantiti da 10 ascensori e 12 gruppi scala per ogni piano in corrispondenza di ogni banchina e la sicurezza da un avanzato sistema di videosorveglianza con 80 telecamere. All'interno del parcheggio monitor informativi su arrivi e partenze dei treni indicheranno al passeggero quale ascensore o scala scegliere per raggiungere il binario di interesse.
La piastra parcheggio rientra tra gli interventi infrastrutturali finanziati dalla "Legge Obiettivo" e sarà un parcheggio di interscambio, a servizio dei viaggiatori, ma contribuirà anche ad alleggerire il traffico nel quartiere, congestionato anche dalle soste irregolari.
I lavori hanno un valore di 82 milioni di euro e avranno una durata di circa 4 anni. L'importo comprende, oltre al parcheggio, anche la costruzione di un corpo destinato ad ospitare servizi di stazione.
Ciò che rende unica quest'opera è anche la modalità di realizzazione. Tutte le attività verranno svolte con interferenze minime sulla circolazione ferroviaria - 850 treni ogni giorno - grazie alla tecnica cosiddetta di "varo a spinta" normalmente utilizzata per la costruzione dei ponti ma mai utilizzata prima per la realizzazione di un parcheggio sopra un stazione in esercizio nel pieno centro città. In pratica sezioni di parcheggio verranno costruite e assemblate su un piano di varo in quota di dimensioni contenute e fatte scorrere attraverso una cremagliera verso la loro posizione, fino alla completa realizzazione del piano parcheggio. Questa tecnica verrà utilizzata per costruire i primi due piani del parcheggio mentre per il terzo e la copertura verranno utilizzati i due piani già costruiti.
Infine, la copertura del parcheggio ospiterà un grande impianto fotovoltaico di circa 10.000 mq in grado di sviluppare una potenza di 500 kW, a conferma dell'attenzione che il Gruppo Ferrovie dello Stato pone per l'ambiente.
Grazie alla nuova piastra, l'offerta di parcheggi gestiti da Grandi Stazioni a Roma Termini passerà da 238 posti auto attuali (180 in piazza dei Cinquecento e 58 in via Marsala) a 1640.
Da una ricerca effettuata tra viaggiatori e frequentatori di stazione il parcheggio è oggi un problema molto sentito: l'88% degli intervistati ritiene "quasi impossibile" parcheggiare a Termini; il 94% dichiara che l'area intorno alla stazione è congestionata per le macchine in doppia e tripla fila mentre quasi l'80% ha dichiarato che utilizzerà il nuovo parcheggio una volta ultimato.
Con questa nuova infrastruttura, risultato di una politica di costante collaborazione con l'Amministrazione Comunale, si arricchisce l'intermodalità della stazione e Roma Termini si conferma protagonista del risanamento di una parte importante della città.


maggiori informazioni su:
http://stradeferrate.blogosfere.it/2010/03/roma-termini-i-lavori-per-la-costruzione-del-parcheggio.html


Tag:   Roma,   Termini,   parcheggio,  

pagina precedente