giovedì, 14 dicembre 2017

News

Business & People

Videosorveglianza=maggiore sicurezza, il caso di Frosinone

18/04/2017

MILANO – Se è attivo un sistema di videosorveglianza efficace, i furti e gli atti di criminalità calano. Come avevamo riferito in una notizia di qualche tempo fa, la città di Frosinone è la prima in Italia per il rapporto tra il numero di apparecchi installati dal Comune (330) e la popolazione residente (48.000 abitanti).

Grazie a questo “primato”, i furti sono in netto calo e vi è una più diffusa sensazione di sicurezza. Lo sottolinea l'Amministrazione in una nota, facendo riferimento all'attuazione del programma di controllo delle strade urbane e periferiche, oltre che delle piazze, degli edifici pubblici e degli obiettivi sensibili, allo scopo di contrastare azioni vandaliche e delinquenziali.

Si tratta del progetto “Città in video”, coordinato dal Ced comunale. L'alta penetrazione nell'acquisizione di fotogrammi e filmati, attraverso la tecnologia ad alta definizione e alcuni supporti ad infrarossi è uno dei fattori di questo risultato positivo. Le videoregistrazioni vengono cancellate automaticamente, dopo una verifica dell'assenza di situazioni di criticità e di allarme durante ogni giornata, mentre, in caso contrario, i dati vengono acquisiti dalle Forze dell'Ordine.

Rileva ancora l'Amministrazione Comunale: “La novità che emerge dalla lettura dei dati relativi ai reati predatori, come i furti, particolarmente odiosi per la popolazione residente, è che dopo la installazione del sistema "Città in video", sia stata accertata una sensibile diminuzione di tali fatti illeciti, con un evidente miglioramento per la tranquillità e la vivibilità di quartieri, sia in periferia che nel centro urbano. All'ingresso della città, inoltre, sulle strade di maggiore frequentazione, sono stati installati i cartelli che indicano la presenza del sistema di sorveglianza, con il numero delle telecamere in esercizio, allo scopo di informare residenti e avventori della possibilità della videoregistrazione, con importanti implicazioni sul piano della deterrenza e della prevenzione”.

 


maggiori informazioni su:
www.ciociariaoggi.it



pagina precedente