giovedì, 24 agosto 2017

News

Business & People

Sicurezza, in Lombardia stanziati 7,6 milioni per la videosorveglianza di 476 comuni

29/03/2017

MILANO - “Abbiamo pubblicato le graduatorie dei progetti finanziati dalla Regione Lombardia in materia di sicurezza urbana. Siamo riusciti a destinare 7,6 milioni di euro a 476 comuni lombardi. Grazie a questi soldi potranno installare impianti di videosorveglianza e dotare le polizie locali di veicoli e strumentazioni adeguate”.

Queste sono le parole con cui l'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha presentato, il 16 marzo scorso, le graduatorie definitive. Il bando prevede un lotto A (5 milioni di euro) per impianti di videosorveglianza e un lotto B (2,6 milioni di euro) per dotazioni alle polizie locali.

Sono stati finanziati 253 progetti, 140 di videosorveglianza e 113 relativi a nuovi strumenti per gli agenti delle polizie locali. Tra quelli ammessi risultano anche i due presentati dal Comune di Milano (80.000 euro di finanziamento regionale), quello presentato dal Comune di Brescia (30.000 euro di finanziamento regionale), i due di Lodi (80.000 euro dalla Regione), quello del Comune di Mantova per videosorveglianza (50.000 euro dalla Regione) e i due del Comune di Sondrio in unione con altri 5 comuni (130.000 euro dalla Regione).

“Sono arrivate 634 domande di finanziamento per un totale richiesto dai Comuni di 17 milioni. Sono numeri - ha spiegato Bordonali - che testimoniano il grido d'allarme dei nostri Enti locali in materia di sicurezza. Purtroppo lo Stato centrale è carente e la Regione non è riuscita a soddisfare tutte le richieste dei Comuni. L'unica strada percorribile è  quella dell'autonomia fiscale. Tenendo anche solo una parte dei 54 miliardi di euro che ogni anno i lombardi danno in più allo Stato rispetto a quanto ricevono in servizi, potremmo garantire ai comuni tutte le risorse necessarie”.

 


maggiori informazioni su:
www.regioni.it



pagina precedente