giovedì, 17 agosto 2017

News

Normative

Sicurezza integrata e normative: un binomio possibile?

19/04/2017

MILANO - Due blocchi tematici a confronto: la sicurezza integrata, punto d’approdo ma anche di partenza per l’evoluzione tecnologica del comparto sicurezza, e l’impianto normativo di riferimento, con la privacy al centro, nei suoi difficili rapporti con il mondo dell’industria e le regole della domanda e dell’offerta. Questa la base contenutistica sulla quale si è scelto di imperniare la tavola rotonda dello scorso 30 novembre corso presso la sede di ANIE Sicurezza a Milano.

Un binomio, quello della tecnologia e delle normative, che già dal titolo viene immaginato come dubitativo: funziona? Potrà mai funzionare? Senza dubbio esistono aspetti particolarmente spinosi della relazione tra normativa (e soprattutto tra uffici preposti all’assolvimento della stessa) e industria della sicurezza. Solo con riferimento alla privacy, si parte dall’assenza di un “ravvedimento operoso” (la prassi prevede, una volta verbalizzata l’infrazione, che le telecamere fuori regola vengano smontate – spegnerle od oscurarle non è ritenuto sufficiente), alla tuttora disarmonica prassi operativa e interpretativa delle diverse direzioni territoriali del lavoro, nonostante l’emanazione di un modello unificato di istanza, per finire con alcune richieste, talvolta davvero complesse da ottemperare, come la collocazione dei cartelli prima dell’area di ripresa.

Per chiarire il tema e dare risposta a questi quesiti, si può leggere l'articolo di Ilaria Garaffoni al seguente link:

 http://www.secsolution.com/articolo.asp?id=428



pagina precedente