venerdì, 20 ottobre 2017

News

Eventi

Federazione ANIE, la centralità delle tecnologie più innovative nel Piano Industriale di RFI

27/02/2017

MILANO – Nel corso di un incontro svoltosi lo scorso 21 febbraio a Milano, uno degli appuntamenti che vede Federazione ANIE confrontarsi con i maggiori committenti nazionali dei settori industriali dell’elettrotecnica e dell’elettronica, è stato affrontato il tema della centralità delle tecnologie nel Piano Industriale 2017-2026 di Rete Ferroviaria Italiana, di cui ANIE è partner tecnologico.

Alla presenza dei vertici di RFI, ospiti in ANIE, il piano è stato illustrato alle aziende associate. Tra i 14 comparti che compongono la Federazione vi è infatti Assifer, associazione che con i suoi tre settori – segnalamento, elettrificazione e materiale rotabile – e 4 miliardi di euro di fatturato racchiude i maggiori player dell’industria ferroviaria, con una rappresentatività di oltre il 90% del mercato industriale.

L'incontro è stato l'occasione per evidenziare gli investimenti effettuati nel settore del segnalamento ferroviario e per anticipare che gli investimenti futuri si incentreranno sull’implementazione del sistema ERTMS sulle linee che sono parte dei Core Corridors europei TEN-T individuati dall’Unione Europea.

Sono pertanto numerose le tecnologie ANIE che possono innestarsi sul Piano Industriale di RFI: dalla produzione di energia, tradizionale e rinnovabile, alla sua trasmissione e distribuzione, dall’automazione all’illuminazione, ai cavi, alla sicurezza, all’impiantistica, ai contractors, alla componentistica diffusa. L'ampio parco immobiliare delle stazioni ferroviarie nell’ambito del progetto “Easy and Smart Station”, illustrato dall’Amministratore delegato di RFI, Maurizio Gentile per 620 stazioni italiane, che accolgono ogni giorno circa il 90% dei viaggiatori, costituisce un altro mercato di notevole interesse per ANIE.

Protagoniste sono in questo ambito le tecnologie ANIE legate al building: quelle finalizzate a garantire la sicurezza, innanzitutto, componenti e sistemi per impianti, cavi, energia, illuminazione, ascensori e scale mobili. Tutto questo può migliorare l’accessibilità, la fruibilità e la security di quelle che possono diventare “veri e propri embrioni di smart cities all’interno delle nostre città”.

Rete Ferroviaria Italiana e ANIE intendono pertanto promuovere una vasta operazione di upgrade tecnologico e prestazionale della rete. L'azione rappresenta una sfida per RFI, che ha deciso di creare la direzione Ricerca e Sviluppo, e al tempo stesso un driver strategico per le aziende ANIE, che nel panorama manifatturiero italiano rappresentano un unicum, con il 4% di fatturato investito mediamente ogni anno di Ricerca e Sviluppo di prodotti e sistemi sempre più innovativi e performanti.

“Come Gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, siamo sempre alla ricerca di tecnologie di ultima generazione – ha sottolineato l’Amministratore delegato e Direttore generale di RFI Maurizio Gentile – per migliorare i nostri standard di sicurezza, regolarità e puntualità del traffico ferroviario. La continua innovazione, anche grazie all’aiuto delle aziende appartenenti all’ANIE, ci permette di confermarci, a livello europeo e mondiale, come riferimento di eccellenza nel campo della tecnologia ferroviaria”.

Il Presidente ANIE, Giuliano Busetto, a conclusione dell'incontro, ha aggiunto: “Il piano di investimento presentato da RFI dimostra coraggio verso il mondo delle imprese e verso il futuro. Posso garantire che le nostre aziende, che hanno come core l’innovazione e la competitività, sapranno fornire adeguate risposte agli obiettivi di business della società RFI, sia nel mercato nazionale che nelle opportunità aperte all’estero”

 


maggiori informazioni su:
www.anie.it



pagina precedente