giovedì, 24 agosto 2017

News

Business & People

Videosorveglianza fattore di sviluppo del Mezzogiorno e protagonista del Pon “Legalità 2014/2020”

28/02/2017

MILANO – Sono state presentate nelle scorse settimane, in Prefettura a Catanzaro, alcuni progetti a valere sul Pon “Legalità 2014/2020” o su altre fonti di finanziamento, alla presenza del prefetto Luisa Latella, l’Autorità di Gestione del Programma operativo nazionale, Matteo Piantedosi e il capo Dipartimento degli affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno, Elisabetta Belgiorno. Importanti gli obiettivi dei progetti: rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto dei fenomeni di illegalità nel Mezzogiorno, migliorando sia la capacità di analisi dei contesti territoriali attraverso l’interscambio di informazioni, sia assicurando interventi concreti a supporto degli enti locali al fine di potenziare i livelli di trasparenza dell’azione amministrativa.

Un maggiore sviluppo puntando sulla legalità: è questo l'obiettivo che il Ministero dell’Interno intende conseguire e per il quale sono previsti finanziamenti per 377 milioni. Il programma, destinato alle regioni Calabria, Sicilia, Campania, Puglia e Basilicata, prevede:
sistemi informativi per la Pa e di analisi intelligente dei dati; un presidio dei contesti vulnerabili attraverso la videosorveglianza; il recupero patrimoni confiscati con la realizzazione di centri di accoglienza ed iniziative per prevenire la devianza giovanile; legalità ed inclusione sociale tramite interventi mirati a favorire l'orientamento e la formazione nel lavoro; competenze Pa-forze di polizia per rafforzare le competenze del personale degli enti locali.

 


maggiori informazioni su:
www.ansa.it



pagina precedente