venerdì, 20 ottobre 2017

News

Tecnologie

No ai furti con il nebbiogeno gestito Axitea

02/03/2017

MILANO – Secondo i dati del Rapporto intersettoriale sulla Criminalità predatoria del 2016, curato da OSSIF (Centro di Ricerca dell’ABI sulla Sicurezza Anticrimine), i furti denunciati in Italia nel 2015 sono stati quasi un milione e mezzo. Quelli compiuti in abitazione sono stati il 16%, pari a 2.399 ogni 100.000 abitanti, e quelli a danno degli esercizi commerciali il 7%, pari a oltre 102.000.

Dinanzi a questi numeri, è legittima la preoccupazione di cittadini ed esercenti, che si domandano come sia possibile potenziare le misure di sicurezza già adottate. Una risposta efficace può essere data dal nebbiogeno, che modifica i paradigmi del concetto di sicurezza, vanificando “spaccate” e furti veloci, proteggendo i beni nel tempo che intercorre dal momento in cui scatta l’allarme a quello in cui interviene la pattuglia Axitea.

Collegato a un qualsiasi sistema di allarme, il nebbiogeno entra in funzione come una sirena emettendo una impenetrabile nebbia che di fatto impedisce al malvivente di accedere all‘interno dei locali protetti. Non è possibile aggirare le difese di un sistema di questo genere che, nella maggior parte dei casi, induce i delinquenti alla fuga.

“La maggior parte dei furti non dura più di tre minuti, ed è quindi fondamentale un sistema di protezione attiva”, spiega Maurizio Tondi, VP Strategy di Axitea. “I sistemi nebbiogeni generano in pochi secondi una nebbia asciutta, densa, impenetrabile e bianca che costringe il ladro alla fuga. La nebbia è persistente - dura fino a 30 minuti - ma essendo composta da acqua e glicole è innocua e non lascia residui, può quindi essere utilizzata in qualunque ambiente, anche in negozi di merce pregiata come gioiellerie, pelletterie e ottici.”

Un video del nebbiogeno in azione è disponibile su: https://youtu.be/DK6eUnB2-KA.

 


maggiori informazioni su:
www.axitea.it



pagina precedente