martedì, 17 ottobre 2017

Privacy

Privacy

"Big Data & Internet of Things con il Regolamento UE" , un convegno al CNR di Pisa

11/02/2017

PISA - Viviamo nell’epoca dei Big Data, con un'abbondanza di informazioni  da cui tutti traiamo un beneficio in termini di maggiori opportunità di conoscenza del mondo, che però rischia di mutare radicalmente le nostre relazioni sociali.

Anche l'Internet delle Cose (IOT) sta integrando all'interno del web miliardi di dispositivi "intelligenti" interconnessi fra loro con capacità di cooperare al fine di rispondere in tempo reale a situazioni dinamiche e complesse, tuttavia la tutela della privacy è sempre più minacciata da oggetti potenzialmente in grado di monitorare spostamenti e comportamenti degli utenti che li utilizzano.

Il nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali, che diverrà direttamente applicabile in tutti gli Stati membri UE il 25 maggio 2018, coglie perfettamente questi rischi nell’introdurre il principio di privacy by design, che si pone l’obiettivo di individuare nuove forme di tutela per le persone basate sulla leva tecnologica, in aggiunta a quelle che tradizionalmente si sono realizzate intervenendo sulla leva giuridica.

Se diritto e tecnologia saranno ben armonizzati, la maggiore disponibilità di dati potrà realmente determinare un cambiamento di tipo cognitivo, permettendoci la scoperta di nuove relazioni tra dati, persone ed oggetti. E' quindi più che mai necessario rafforzarne la tutela “fin dall’inizio”, ossia intervenendo sui trattamenti dal primo momento in cui un servizio o una nuova applicazione sono pensati e progettati.

"Big Data e Internet of Things alla luce del nuovo Regolamento Privacy UE",sarà il titolo di un convegno che si svolgerà al CNR di Pisa il 2 marzo 2017, a cui parteciperanno Domenico Laforenza, Presidente dell'Area della Ricerca CNR di Pisa e Direttore Istituto di Informatica e Telematica, e il Prof. Franco Pizzetti, giurista e già presidente dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali, che sul tema ha appena curato un libro edito da Giappichelli, che sarà presentato all'evento.

Il convegno si pone l’obiettivo di illustrare le principali modalità disponibili per offrire alle persone nuove tutele “per via tecnologica”, mediante l’adozione di processi di anonimizzazione e pseudonimizzazione dei dati. Esso si rivolge a chi si occupa di tecnologie e di protezione dei dati personali, se pure a diversi livelli e con diversa formazione.

La partecipazione prevede i crediti per i professionisti certificati con TÜV Italia come Privacy Officer e Consulente della Privacy, i crediti formativi validi ai fini dell'Attestato di Qualità dei servizi rilasciato da Federprivacy come associazione iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013, nonché i crediti formativi per avvocati e consulenti del lavoro.

Ethos Academy prosegue la sua campagna formativa in tutta Italia: il tour consente di avere un preciso quadro sui fabbisogni formativi del comparto, e non solo. Tra le varie iniziative formative, anche un Corso di alta formazione Master Privacy Officer & Consulente della Privacy:

http://www.ethosacademy.it/formazione-security-safety-corso.asp?c=8&id=28

 

 


maggiori informazioni su:
www.federprivacy.it



pagina precedente

Una miniguida per aiutare a capire gli aspetti principali a muovere i primi passi nel mondo Privacy.

Acquistala ora a soli 8,00 Euro
Ethos Academy

Linea diretta con l'esperto di privacy

Per i professionisti della videosorveglianza

Vi sveliamo i segreti della privacy rispondendo alle vostre domande.
Videosorveglianza e Privacy: un tema scottante che alimenta dubbi e incertezze tra i professionisti della sicurezza.
Un servizio online come opportunità di ulteriore informazione, con espoerti che danno risposte complete su riferimenti normativi.

Scopri Helpdesk