giovedì, 14 dicembre 2017

News

Business & People

Euralarm e la sicurezza antincendio in hotel: una sfida per il turismo in Europa

30/01/2017

ZUGO (CH) – In un contesto di crescita globale del turismo, dove l’Europa è la destinazione preferita, il diversificato settore della ricettività riveste un ruolo centrale. Questo patrimonio di hotel, B&B e alloggi privati rischia però di diventare rapidamente obsoleto, trasformandosi nel punto debole dell’offerta turistica, quando non si adegua all’evoluzione delle abitudini e delle esigenze dei turisti e ai requisiti di sicurezza,  oggi indispensabili anche in un’ottica di qualità del servizio.

Tra tutti i rischi per l’incolumità dei turisti negli hotel europei quello di incendio resta il più grave. Attualmente, a livello europeo il rifermento normativo è l’EU Council Recommendation del 1986 sulla sicurezza antincendio negli hotel, documento che a distanza di 30 anni si è rivelato poco incisivo. Il problema principale è dato dalla mancanza di uniformità normativa, che determina enormi differenze tra stato e stato e persino, in uno stesso stato, tra città e città, differenze talvolta imputabili anche ai diversi ordinamenti previsti per le strutture ricettive a seconda della loro natura o dimensione.

La preferenza dei turisti per le strutture al di fuori dei circuiti tradizionali e per i piccoli hotel e la diffusione di network di alloggi privati prenotabili on line, come Airbnb – tutte strutture dove l’attenzione alla safety è perlopiù inferiore a quella delle catene – hanno aggravato la situazione dal punto di vista della sicurezza antincendio. Il risultato è un... cocktail infiammabile. 

Il tentativo più recente di dare vita a una legislazione vincolante sulla safety nella ricettività risale al 2015 e vi hanno contribuito le federazioni alberghiere, le associazioni dei consumatori ed Euralarm. La mancanza di dati e la conseguente difficoltà nel valutare con precisione i livelli di rischio per i turisti si sono però rivelate un ostacolo insormontabile. Oggi un forte supporto alla raccolta dei dati e alla definizione di standard per migliorare la prevenzione antincendio negli hotel potrebbe però venire dall’industria e dalla stessa Euralarm. Si deve inoltre osservare che, nella competizione sempre più accesa tra gli operatori alberghieri, a livello mondiale, anche una più attenta e uniforme regolamentazione delle misure di safety negli hotel può trasformarsi in un decisivo vantaggio competitivo. Negli Stati Uniti, per esempio, l’Hotel and Motel Fire Safety Act è in vigore dal 1990. Una legislazione appropriata potrebbe in definitiva contribuire a rafforzare il settore turistico, uno dei carburanti dell’economia europea.


maggiori informazioni su:
https://www.euralarm.org/



pagina precedente