martedì, 26 settembre 2017

Privacy

Privacy

Videosorveglianza e informativa privacy: i “cartelli “di avviso

25/01/2017

ROMA - Come noto, un principio fondamentale in tema di videosorveglianza è rappresentato dal fatto che gli interessati devono essere sempre informati quando stanno per accedere ad una zona video sorvegliata.

L’informativa - afferma il paragrafo 3.1 del provvedimento generale in tema di videosorveglianza 08.04.2010 - deve essere conforme a quanto stabilito dall’art. 13 del Codice Privacy e può essere resa in forma “minima” (semplificata), indicando il titolare del trattamento e la finalità perseguita e seguendo il fac-simile presente nell’allegato al provvedimento generale (Figura 1, 1 bis), che prevede anche l’ipotesi di privati collegati con le Forze di polizia.

È però auspicabile – prosegue il provvedimento - che il fac-simile rinvii a un testo completo, contenente tutti gli elementi di cui all’art. 13, comma 1, del Codice Privacy e che sia disponibile senza oneri per gli interessati ed accessibile anche con strumenti informatici (esempio, affissione all’interno del locale commerciale, reti intranet o siti internet, ecc.).

Per leggere l'articolo dell'Avv.Marco Soffientini:

http://www.secsolution.com/articolo.asp?id=387

 



pagina precedente

Una miniguida per aiutare a capire gli aspetti principali a muovere i primi passi nel mondo Privacy.

Acquistala ora a soli 8,00 Euro
Ethos Academy

Linea diretta con l'esperto di privacy

Per i professionisti della videosorveglianza

Vi sveliamo i segreti della privacy rispondendo alle vostre domande.
Videosorveglianza e Privacy: un tema scottante che alimenta dubbi e incertezze tra i professionisti della sicurezza.
Un servizio online come opportunità di ulteriore informazione, con espoerti che danno risposte complete su riferimenti normativi.

Scopri Helpdesk