mercoledì, 23 agosto 2017

News

Business & People

Videsorveglianza, sicurezza e protezione dei dati, cosa avviene in Germania

09/01/2017

Berlino – Un esempio di come il potenziamento dei sistemi di videosorveglianza in un non facile equilibrio tra sicurezza e privacy sia un attuale tema di discussione, in un paese purtroppo oggetto di frequenti minacce e attentati terroristici, viene dalla Germania. Di recente, ha preso grande forza la richiesta dei partiti dell’Unione, nonché di Spd e AfD, di intensificare la videosorveglianza nella capitale tedesca e in generale nel paese. Stando agli ultimi sondaggi, la maggioranza della popolazione è favorevole, anche se consapevole che sia necessario superare il problema delle regole differenti a questo riguardo fra Stato federale e singole Regioni.

Il Ministero dell'Interno ha annunciato che nel mese di ottobre, su richiesta dei Verdi, la polizia federale ha installato 6.400 telecamere nelle stazioni ferroviarie e 1.730 negli aeroporti. Le immagini possono essere conservate per un mese. Sui treni tedeschi sono state installate 27 mila telecamere, che la polizia non ritiene però tecnologicamente adeguate. La legge federale sulla privacy regolamenta i controlli privati nei centri commerciali e negli impianti sportivi, mentre in mercati e nelle aree di accesso pubblico i singoli governi locali possono estendere la loro giurisdizione.

Il ministro dell'Interno tedesco, Thomas de Maizière, ha recentemente introdotto un pacchetto legislativo in materia di protezione dei dati. “La protezione della vita, della salute e della libertà nei luoghi pubblici sono misure di particolare importanza in futuro” spiega in una nota del Ministero: pertanto saranno rinforzati i controlli di videosorveglianza in queste aree pubbliche. Il pacchetto legislativo era pronto prima dell’attentato di Berlino. “La protezione delle zone pubbliche ha la precedenza sulla protezione dei dati” ha detto Gerd Landsberg, direttore esecutivo dell’associazione tedesca delle città e dei comuni, alla “Welt”.

A Berlino vigilano sulla sicurezza della città 14.765 videocamere che sorvegliano gli spazi pubblici. A fine 2012 erano 11.700. In tutta la Germania, le videocamere di sorveglianza sono circa 100 mila. Il Senato di Berlino si è detto però espresso non favorevolmente rispetto a un'ulteriore estensione degli impianti di videosorveglianza dopo l'attentato di Natale. Opposizione è stata espressa anche dall’associazione tedesca dei giudici e dal sindacato di polizia di Berlino, che ritiene più importante una maggiore presenza di polizia per le strade

 


maggiori informazioni su:
www.agenzianova.com



pagina precedente