martedì, 26 settembre 2017

News

Eventi

La certificazione delle competenze per l'installatore evoluto, il progetto Smart Pro

07/12/2016

MILANO – Temi centrali del convegno organizzato da Tecnoimprese-Assodel lo scorso 6 dicembre a Milano, sono stati quelli della certificazione delle competenze per l'installatore evoluto e della necessità che venga garantita da un percorso formativo comune e unificato. L'evento, che si è tenuto presso Cariplo Factory e che si è inserito nel contesto della settimana europea delle abilità professionali, ha puntato l'attenzione sulla necessità di figure in grado di rispondere alle esigenze di un mercato, quello dell'edilizia, in cui tecnologia e innovazione sono in costante evoluzione e dove è in aumento significativo la richiesta di integrazione di sistemi, il cui settore cresce a ritmi sostenuti (25% all'anno).

Nel processo europeo di armonizzazione e nazionalizzazione delle competenze professionali, su cui si è soffermata Francesca Hugony, Unità Tecnica Efficienza Energetica ENEA, si inserisce il progetto BRICKS (Building Refurbishment with increased Knowledge and Skills) che si pone l'obiettivo di qualificare le competenze degli operatori attivi nel mondo dell'edilizia. Il profilo professionale identificato è quello del “tecnico dei sistemi di Building Automation”, un operatore specializzato nella configurazione, installazione e integrazione o trasformazione di impianti elettrici tradizionali in sistemi domotici di un edificio, inclusi i sistemi di sicurezza.

Impegnata per l'attuazione in Italia di questo progetto e partner di ENEA, è Tecnoimprese, ente di formazione accreditato. In attesa che la politica italiana trasformi le direttive europee in leggi e norme, occorre fare sistema per dotarsi di strumenti di formazione condivisi e riconosciuti, in grado di tradurre le indicazioni europee. Come ha osservato Elena Baronchelli che di Tecnoimprese è Direttore generale, “Ogni regione ha un proprio sistema di certificazione e questo è causa di un'ulteriore disgregazione del sistema formativo, fatto di iniziative spesso estemporanee e peraltro non sempre aggiornate. Solo nel settore edilizio – ha osservato – esistono 144 profili professionali diversi che non chiariscono quali siano le specifiche competenze di ciascuno.”

E' quindi molto avvertita l'esigenza di un sistema unitario, senza il quale il nostro paese non potrà allinearsi all'Europa. Il programma formativo dedicato al profilo dell'installatore dei sistemi di Domotica che Tecnoimprese ha lanciato si pone come obiettivo quello di fornire opportunità di lavoro alle figure formate professionalmente, così che si possa giungere alla libera circolazione dei lavoratori. Si chiama Smart Pro ed è il percorso di qualificazione volto a fornire un'autentica professionalità agli installatori tecnici di sistemi di Domotica, recentemente riconosciuta dal quadro delle competenze di Regione Lombardia, oltre che dalla normativa UNI EN di prossima uscita. Si articola in un calendario di percorsi formativi a livello nazionale e in una piattaforma digitale che mostra le competenze, gli attestati e i progetti di ogni singolo installatore, che viene così valorizzato nella sua professionalità, in una mappa geolocalizzata su “chi fa cosa” nella domotica in Italia. Il progetto conta sulla condivisione e collaborazione delle principali associazioni di categoria territoriali e di settore, come KNX Italia, oltre che del supporto delle aziende leader del settore.

L'incontro ha fatto luce anche sulla situazione e sulle prospettive del mercato edilizio, i cui fattori di sviluppo sono, oltre alla riqualificazione energetica del patrimonio edilizio, l'aumento della compomente tecnologica negli impianti, la domotica e la sicurezza, come ha osservato Guido Pesaro, di CNA Installazione Impianti, che ha focalizzato il proprio intervento sulle opportunità ed esigenze dell'installatore tra mercato, normative e prospettive di crescita. Un altro aspetto che il convegno ha posto in evidenza è quello dell'opportunità d far emergere agli occhi dell'utente il fatto che formazione e competenza siano sinonimo di qualità del servizio e che i percorsi di formazione certificati e riconosciuti sono i soli strumenti in grado di dare valore, riconoscimento e un ruolo sociale alla figura dell'integratore di sistema.

Ha concluso la giornata una Tavola Rotonda, che ha avuto come tema centrale quello dell'integrazione e che ha sottolineato l'importanza dell'acquisizione da parte degli operatori, includendo tra di essi anche gli installatori di sistemi di sicurezza, di una pluralità di competenze complesse, che devono essere mantenute grazie a un costante aggiornamento. “Solo in questo modo – ha osservato Massimo Valerii, Presidente di KNX Italia - sarà possibile cavalcare le nuove opportunità che il mercato offre e trarne vantaggi di business. L'integratore di sistema – ha concluso, diventerà sempre più il protagonista di questa evoluzione tecnologica degli impianti”.

 

 

 


maggiori informazioni su:
www.tecnoimprese.it



pagina precedente