venerdì, 24 marzo 2017

News

Tecnologie

La domotica di Comelit anima la “Galleria Borbonica” di Napoli

21/11/2016

San Lorenzo di Rovetta (BG) - La “Galleria Borbonica” è un importante pezzo della Napoli sotterranea, un viadotto fatto costruire, a partire dal 1853, da Ferdinando II di Borbone come opera militare di difesa, che doveva collegare il Palazzo Reale con piazza Vittoria, passando sotto Monte Echia. L'opera si snoda attraverso grandi ambienti di importante valore architettonico e costruttivo e non fu mai completata, fermandosi dopo 431 metri nel cortile alle spalle del colonnato di Piazza del Plebiscito.

Questa grande opera civile, sfruttata durante la II Guerra Mondiale come rifugio antiaereo dai napoletani, è oggi viva e dinamica grazie alla domotica Comelit, scelta da Dabster Technology Srl, l’azienda installatrice che ha realizzato l’impianto elettrico e lo ha configurato sotto il profilo domotico, per animare e trasformare gli ambienti sottorranei. Con il semplice impiego di uno smartphone o del tablet, le guide che conducono i gruppi durante i quattro percorsi tematici di visita attivano scenari sempre diversi, fatti di giochi di luci e di colori e di effetti scenici di grande impatto, che animano i vari spazi, iniziando dallo specchio d’acqua realizzato nella grande vasca sotterranea della cisterna.

“Poter essere protagonisti di questo spettacolo con la nostra tecnologia è una grande soddisfazione - afferma Vincenzo Sinagro, Responsabile Commerciale per Comelit - La scelta fatta da Dabster Technology Srl nasce, oltre che da un rapporto di partnership sviluppato in questi anni con Comelit, dall'apprezzamento per le caratteristiche di qualità, semplicità, versatilità e affidabilità del nostro sistema domotico”.

Sono stati installati moduli che permettono di interfacciare il BUS domotico con il BUS DALI o BUS DMX, inviando così comandi per l'attivazione, la disattivazione o la regolazione di lampade collegate a questi sistemi, oltre ad una serie di moduli a 2 ingressi e 2 uscite analogiche, a 5 ingressi e 4 uscite e a 9 ingressi e 8 uscite e ad un modulo ad 1 uscita dimmer da 300W. Complessivamente l’impianto dispone di 60 punti luce da gestire e 16 uscite, che consentono di accendere e spegnere le diverse zone, modulare l’intensità delle luci e cambiarne le cromie. Con la domotica Comelit si aprono però sempre nuove strade: è il caso della gestione dell’audio, che potrà essere un’ulteriore tappa di questo affascinante progetto. 


maggiori informazioni su:
http://www.comelitgroup.com/it-it/



pagina precedente