venerdì, 28 luglio 2017

News

Business & People

Milano, Bologna, Venezia: le città più smart secondo ICityRate 2016

24/10/2016

MILANO – Le città più smart d'Italia? A salire sul podio sono Milano, Bologna e Venezia: Milano sempre più internazionale, Bologna si conferma al secondo posto e Venezia, la new entry che spinge Firenze in quarta posizione.

A rivelare questa classifica è ICityRate 2016, l’indagine realizzata da FPA che stila la classifica delle città italiane analizzando 106 Comuni capoluogo sulla base di 105 indicatori statistici (in aumento netto rispetto agli 84 dello scorso anno) e sette dimensioni tematiche: Economy, Living, Environment, People, Mobility, Governance e Legality.

“Quest’anno più che in passato ICityRate va a misurare, unitamente alla qualità del vivere urbano, la capacità delle città di farsi piattaforma abilitante, di guardare a traguardi lunghi facendo scelte e investimenti che puntano sui nuovi driver di sviluppo. – commenta Gianni Dominici, Direttore di FPA e curatore della ricerca - Il paradigma della Smart City negli ultimi anni ha sempre di più spostato l’accento dall’innovazione tecnologica all’innovazione sociale, al co-design, alla gestione dei beni comuni. In questa direzione sono andate le strategie europee della nuova programmazione, e in questa direzione stanno andando le politiche locali”.

Tra gli indicatori, anche la capacità delle smart city di garantire gli adeguati livelli di sicurezza e legalità. Dopo le quattro città metropolitane arrivano nel top della classifica Padova e Torino, seguite a ruota dalle piccole capitali: Parma, Trento, Modena e Ravenna. Sono 5 le città metropolitane e 5 le città medie nella parte alta del rating, tutte del Nord est tranne Milano e Torino del Nord Ovest e Firenze che con la sua 4 posizione è unica rappresentante del Centro.

Tre sono le fenomenologie prevalenti che emergono: il dualismo tra Milano e Roma (la capitale non riesce a raggiungere il capoluogo lombardo in nessuna delle dimensioni analizzate); il rafforzamento del sistema urbano del nord e la dicotomia con le città metropolitane del sud. Le città metropolitane al Nord rafforzano infatti il proprio ruolo guida nello sviluppo del paese, fungendo da hub per il territorio circostante e creando piattaforme territoriali abilitanti, in un circolo virtuoso che alimenta la competitività e l’innovazione di intere aree del paese.

 


maggiori informazioni su:
www.landcity.it



pagina precedente