Notizie

Ascom Bologna lancia il suo piano sicurezza

21/03/2010
BOLOGNA - La Sicurezza rappresenta un'emergenza per tante attività economiche considerati i frequenti episodi di rapina e di furto che sono avvenuti nel nostro territorio. In molti casi le modalità adottate dai malviventi, sempre più organizzati e professionali nelle loro azioni criminali, hanno evidenziato che i sistemi si sicurezza vanno potenziati ed adeguati alle nuove tecnologie.
Con l'obiettivo di difendere le imprese ed evitare l'impunità di coloro che commettono gravi reati, Ascom Bologna, con la preziosa collaborazione del suo Sindacato Orafi, dopo incontri tecnici con le Forze dell'ordine e ditte specializzate del settore, ha deciso di lanciare un 'progetto sicurezza' all'interno ed all'esterno delle attività commerciali.
'Esistono sul mercato strumenti tecnologici molto efficaci, come la videosorveglianza digitale, che offrono un'elevata garanzia di sicurezza ed un buon livello di deterrenza– ha dichiarato Enrico Postacchini, Presidente di Ascom Bologna. Stiamo individuando le aziende fornitrici che potranno garantire il migliore rapporto qualità prezzo e poi lanceremo una grande campagna di comunicazione rivolta ai nostri associati per invitarli a modernizzare ed adeguare il loro sistema di sicurezza aziendale'.
'Questi nuovi investimenti – ha proseguito il Presidente Postacchini – riguardano l'interno e l'esterno dei negozi e dunque assumono un ruolo di maggiore protezione dei locali delle nostre aziende ma è indubbio anche il loro risvolto sociale considerati gli effetti che si potranno avere sulle strade in termini di prevenzione e la sicurezza per i cittadini. Considerata questa prospettiva, cioè l'obiettivo di controllo del 'bene' impresa e la tutela del cittadino, Ascom Bologna chiede alla Camera di Commercio di valutare la predisposizione di un bando pubblico a carattere provinciale per prevedere contributi a fondo perduto da destinare alle aziende che decideranno di fare investimenti in sicurezza'.
"Molte sono le attività commerciali interessate a sistemi di sicurezza di nuova generazione, e tra queste sicuramente le gioiellerie – aggiunge PierLuigi Sforza, presidente del Sindacato orafi di Ascom Bologna – per questo, anche grazie alla nostra Federazione Nazionale, stiamo contribuendo alla realizzazione del "progetto sicurezza" di Ascom per dotare il maggior numero di negozi di sistemi avanzati per la videosorveglianza interna ed esterna utili a vedere la situazione in tempo reale. Tutto ciò per prevenire i reati e, se si verificassero, facilitare l'azione investigativa di Polizia e Carabinieri, che a questo progetto stanno dando importanti contributi tecnici e operativi.
'Credo sia un fatto importante – ha affermato Giancarlo Tonelli, Direttore di Ascom Bologna, l'assunzione di impegno che le aziende, e quindi i privati, intendono mettere in campo sulla prevenzione e la sicurezza. In questa occasione voglio però ricordare che il sistema di videosorveglianza delle strade presente a Bologna è chiaramente obsoleto (poiché usa il sistema analogico a bassa definizione) ed alcune zone non sono monitorate. Auspichiamo che, al pari degli investimenti privati, si attivino anche quelli pubblici per mettere a punto e procedere rapidamente con il progetto di ammodernamento e adeguamento tecnologico delle videosorveglianza pubblica'.


maggiori informazioni su:
http://www.sassuolo2000.it/2010/03/16/ascom-bologna-lancia-il-suo-piano-sicurezza/


Tag:   Ascom,   Bologna,  

pagina precedente