Notizie

Tecnologie

Energie rinnovabili: in crescita il fotovoltaico, migliorano eolico e idroelettrico

01/10/2016

MILANO - Le nuove installazioni di eolico, fotovoltaico e idroelettrico nei primi otto mesi del 2016 sono in aumento (+6%) rispetto allo stesso periodo del 2015, pur confermando il trend  negativo di inizio anno. Lo sottolinea Anie Rinnovabili, l’associazione che all’interno di ANIE Federazione raggruppa le imprese costruttrici di componenti e impianti per la produzione di energia da fotovoltaico, eolico, biomasse, geotermia, idroelettrico, solare termodinamico.

In crescita il settore fotovoltaico: la nuova potenza installata fino ad agosto 2016 raggiunge circa 250 MW registrando un aumento del 34% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Risulta in aumento anche il numero di unità di produzione, pari al 9%. Le installazioni di potenza inferiore ai 20 kW costituiscono il 54% del totale e sono corrispondenti al 96% degli impianti connessi. Le regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di potenza sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, mentre quelle con il maggior decremento sono Liguria, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta. Le regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di unità di produzione sono Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Sicilia, Sardegna e Veneto, mentre quelle con il maggior decremento sono Molise, Piemonte e Trentino Alto Adige.

Anche per l'eolico la situazione migliora, nonostante la potenza dei nuovi impianti installati risulti ancora in diminuzione (-5%) nei primi otto mesi del 2016 (circa 212 MW) rispetto allo stesso periodo del 2015. Le unità di produzione da fonte eolica connesse in rete sono rimaste quasi invariate (+0,2%). Da segnalare l’exploit del mese di luglio con 93 MW installati grazie ad alcuni grandi impianti eolici realizzati in Abruzzo, Basilicata e Puglia. Le richieste di connessione di unità di produzione di taglia superiore ai 200 kW costituiscono l’ 87% degli impianti installati. Il 91% della potenza connessa è localizzata in Basilicata, Campania, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna.

Per quanto riguarda il comparto idroelettrico, si osserva il ridursi del 36% della nuova potenza installata, mentre il numero di unità di produzione rispetto allo stesso periodo del 2015 è cresciuto del 4%. Le regioni che hanno registrato il maggior incremento di potenza rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente sono Friuli Venezia Giulia, Lazio, Sicilia e Valle d’Aosta. Gli impianti idroelettrici di taglia inferiore ai 3 MW connessi nei primi otto mesi del 2016 costituiscono il 71% del totale.

L'articolo 30 del D.M. 23 giugno 2016 ha affidato al GSE (Gestore Servizi Energetici) il compito di definire e pubblicare le procedure per l’effettuazione di interventi di manutenzione e ammodernamento degli impianti incentivati. Per le aziende di ANIE Rinnovabili si aprono nuove prospettive di mercato e grazie alle migliori performance garantite dall’impiego di tecnologie più efficienti e più flessibili.

 


maggiori informazioni su:
anierinnovabili.anie.it/



pagina precedente