Notizie

Business & People

Videosorveglianza per le Pmi: un bando a Reggio Emilia

01/09/2016

REGGIO EMILIA – La notizia di un'iniziativa concreta a sostegno della sicurezza delle Pmi giunge da Reggio Emilia. Dal 12 settembre sarà possibile presentare la domanda di contributo - pari al 40% della spesa ammissibile fino a un massimo di 2mila euro - sul bando per la sicurezza a beneficio delle imprese esposte a fatti criminosi.

Ammonta infatti a 50mila euro la dotazione finanziaria messa a disposizione dalla Camera di Commercio della città per supportare le piccole e medie imprese reggiane che intendano dotarsi di sistemi di sicurezza per affrontare il problema della microcriminalità.

La domanda di contributo potrà essere presentata sul Bando per la sicurezza a beneficio delle imprese esposte a fatti criminosi e gli interventi che saranno ammessi devono riguardare sistemi di video allarme antirapina, predisposti e configurati secondo i requisiti tecnici previsti dalle forze dell’ordine, che interagiscano direttamente con gli apparati presso le sale e le centrali operative della Polizia e dei Carabinieri.

I sistemi di videosorveglianza devono essere in conformità ai principi predisposti dal Garante per la protezione dei dati personali in materia di videosorveglianza e l’ottenimento del collegamento con le forze dell’ordine è condizione necessaria per l’erogazione del contributo stesso.

Le domande dovranno essere trasmesse in modalità telematica, con firma digitale, a partire dal 12 settembre prossimo e fino al 7 ottobre.

 


maggiori informazioni su:
http://www.re.camcom.gov.it/



pagina precedente