Notizie

Business & People

Il Tribunale di Milano richiede 2 milioni per sistemi sicurezza

10/08/2016

Milano – E' stato approvato lo scorso luglio dalla Conferenza permanente del capi ufficio e dirigenti amministrativi del Tribunale di Milano il progetto elaborato dal procuratore generale Roberto Alfonso per accrescere il livello di sicurezza del Tribunale di Milano e che verrà inviato prima della pausa estiva al Ministero della Giustizia per l’approvazione, il finanziamento e la programmazione dei lavori.

É previsto un investimento in tecnologie stimato in circa 2 milioni di euro e il ritorno all’impiego di personale delle forze dell’ordine “sia per maggiore efficacia che per ragioni di decoro interno e di percezione esterna della sicurezza”, sulla scorta di quanto già avviene in altre sedi, come Roma e Palermo.

Per quanto riguarda la dotazione tecnologica, dovrebbero essere installati: 6 varchi con metal detector, controlli radiogeni e badge di riconoscimento per tutte le categorie di frequentatori del Tribunale (inclusi magistrati, avvocati e cancellieri); 350 telecamere di ultima generazione con video analisi, centralizzate in una control room; oltre 500 videocitofoni per l’ingresso nelle zone e nelle aule delimitate; sostituzione delle guardie giurate con agenti di corpi dello Stato.

 


maggiori informazioni su:
www.ansa.it



pagina precedente