Notizie

Business & People

Philips Lighting e le potenzialità dell'Internet of Things per un futuro sostenibile

27/05/2016

Monza - Philips Lighting ha scelto di promuovere stili di vita più sostenibili con l’obiettivo di ridurre il consumo di energia globale e puntare a un risparmio di oltre 270 miliardi di euro. A rendere possibili questi traguardi sono le potenzialità dell’Internet of Things.

La ricerca 2015-16 dell'Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, di cui Philips Lighting è partner evidenzia numeri in forte crescita: a fine 2015 il mercato dell’Internet of Things in Italia ha raggiunto i 2 miliardi di euro, con un incremento del 30% rispetto al 2014. L’adozione di soluzioni smart in tutti i momenti della vita, casa, ufficio e ambiente pubblico, pare quindi essere la tendenza del futuro.

Nel contesto domestico cresce la volontà di acquisto di prodotti connessi e servizi destinati alla smart home (il 79% dei consumatori italiani è disposto ad acquistare prodotti e il 72% servizi). Il passaggio dal prodotto al servizio è la chiave di volta per trasformare il potenziale interesse dei consumatori in concrete opportunità di mercato: cresce la domanda ed evolve l’offerta.

Questa è la direzione di Philips Ligthing che, attraverso Philips Hue, il primo sistema di illuminazione domestica LED controllabile dal web, è stato precursore in tema di luce connessa: il consumatore ha la possibilità di interagire e controllare l’illuminazione di casa dal proprio smartphone con effetti reali sul miglioramento della qualità della vita.

Anche le municipalità si stanno muovendo velocemente in questa direzione. Sulla base dei dati forniti dall’Osservatorio, il 60% dei comuni italiani con popolazione superiore a 20.000 abitanti ha avviato almeno un progetto Smart City negli ultimi tre anni e il 75% sta programmando iniziative per il 2016.

“Philips Lighting vede nell’Internet of Things il necessario motore di sviluppo verso una gestione della quotidianità più intelligente e a minor impatto ambientale. Se adottassimo in modo strutturato tecnologie LED connesse, potremmo amministrarle da remoto con un enorme potenziale di risparmio sia energetico che economico. Partendo da un gesto semplice come accendere la luce si possono ottenere davvero grandi cose” - il commento di Paolo Recrosio, Vice President e General Manager Philips Lighting per Italia, Grecia e Israele.

 


maggiori informazioni su:
http://www.newscenter.philips.com/it_it



pagina precedente