Notizie

Eventi

“Expo 2015 – La creazione di una smart city”: Came guarda al futuro

05/05/2016

Treviso - Came SpA ha di recente ospitato nella sua sede di Dosson di Casier (TV) un appuntamento del ciclo “Rimettere le scarpe ai Sogni” del Salone d’impresa, che ha fatto il punto su Expo 2015. Nel corso della tavola rotonda – che ha visto la presenza del sindaco di Treviso e che è stata moderata dal presidente del Salone d’Impresa, Ferdinando Azzariti - sono stati offerti molti spunti, dati, esperienze e applicabilità di innovazioni all’interno delle città da parte degli imprenditori e dei manager che si sono avvicendati durante i lavori.

Grandi e medie realtà industriali hanno infatti “raccontato” la propria presenza in Expo, le sperimentazioni che hanno portato e la loro applicabilità nel futuro. A presentare i progetti e i risultati della smart experience globale di Expo Milano 2015 sono stati Paolo Menuzzo, Presidente di Came SpA, Riccardo Samiolo, Expo leader per Came, e Cisco sistemi tramite il suo Expo leader Fabio Florio, che si è soffermato sulla descrizione del complesso ecosistema realizzato all’interno della struttura di Expo.

Della capacità di fare squadra e di guardare al futuro ha parlato Paolo Menuzzo: “Dall’intuizione delle prime automazione per cancelli al sistema di controllo accessi realizzato per Expo Milano 2015, l’innovazione tecnologica è sempre stata l’elemento distintivo del nostro fare impresa. - ha spiegato - La nostra impronta genetica è fortemente presente anche nell’esperienza dell’Esposizione Universale attraverso la quale abbiamo identificato un nuovo percorso di innovazione, stimolato anche dalla collaborazione con i migliori partner internazionali e orientato a proporre soluzioni tecnologiche all’avanguardia, al servizio delle persone, delle imprese e dei grandi progetti. Tramite Expo abbiamo dato slancio a Came Project Department, la nostra divisione di consulenza progettuale specializzata nell’integrazione di sistemi che offre le più moderne e articolate soluzioni per tutte le esigenze di automazione, gestione della sicurezza e controllo accessi nelle grandi opere e nella pianificazione degli spazi pubblici. Dal nostro approccio all’innovazione è nato anche Came Connect, un sistema integrato che dialoga con tutte le soluzioni presenti sul mercato e, attraverso il Cloud, consente di controllare da remoto tutte le automazioni e i sistemi di sicurezza e controllo accessi presenti in un impianto. Evolversi per intercettare nuovi bisogni fa parte del nostro DNA”.


A conclusione dell’evento, sono stati forniti alcuni dati sulla gestione della sicurezza. Grazie ai sistemi di Finmeccanica, sono stati gestiti efficacemente ogni mese circa 45 allarmi anti-incendio, circa 8000 chiamate attraverso terminali TETRA, circa 2400 comunicazioni con il pubblico e circa 100 eventi di sicurezza. Oggi questa piattaforma di sicurezza integrata è disponibile per supportare i processi di prevenzione, monitoraggio e gestione delle criticità nell’ambito della sicurezza delle aree urbane, del dissesto idrogeologico e per la gestione dei grandi eventi.

 


maggiori informazioni su:
www.came.com/it/



pagina precedente