Notizie

Business & People

Le aziende e i Big Data, non mancano criticità da affrontare

26/04/2016

MILANO - Un recente report di TechVision Research rivela che le aziende potranno derivare benefici importanti dai Big Data, a patto che riescano a risolvere i problemi fondamentali relativi ai dati stessi.

Secondo lo studio, in questo momento le aziende sono impantanate in un “ciclo disfunzionale di caos dei dati”: investono moltissimo tempo nella caccia di dati mancanti, correzione di dati inesatti, creazione di soluzioni alternative, riconciliazione di dati contrastanti. Tutto questo si traduce in una pesante perdita di produttività.

Tra i problemi evidenziati, vi è il fatto che il budget venga investito in tecnologia, e non nei dati stessi, benché le aziende abbiano coscienza della loro importanza di risorsa per l'azienda stessa. L’indagine identifica sfide quali la scarsa qualità e la governance dei dati e offre indicazioni per la risoluzione di tali problemi.

“Tutti i grandi progressi tecnologici continueranno a deludere le aspettative a causa della realtà dei nostri dati: sono ridondanti, disparati, imprecisi, incompleti, mal definiti, vecchi e così via” - spiega l’analista, che aggiunge che lo stesso principio si applica nell’utilizzo dei dati per business intelligence, analisi predittiva, intelligenza artificiale e la monetizzazione dei dati. “L’informazione ha un grande potere, ma solo se si usano i dati giusti”.

 


maggiori informazioni su:
www.cwi.it



pagina precedente