Notizie

Business & People

Presentati in anteprima l'IBM X Force 2010 Trend & Risk Report e un'indagine sulla sicurezza degli endpoint

22/03/2011

MILANO - In occasione dell'evento Pulse 2011 (Las Vegas) IBM ha pubblicato i risultati di un'indagine condotta su circa 300 responsabili di information technology (IT) relativamente alle iniziative attuate dalle rispettive aziende per la sicurezza degli endpoint. Il 90% dei business leader -questo emerge dall'indagine che ha coinvolto professionisti IT in posizioni decisionali - investe risorse per gestire meglio la sicurezza di server, PC e laptop. Oltre metà degli intervistati estende la sicurezza agli smart phone e ad altri dispositivi tecnologici e si propone di aumentare gli investimenti in questa direzione. IBM ha inoltre annunciato un'anteprima dell'IBM X-Force 2010 Trend Report sulle minacce alla sicurezza dei dispositivi mobili e una collaborazione con Trend Micro per fornire ai clienti funzionalità complete di sicurezza degli endpoint. Entro il 2015 si prevede che saranno circa un trilione i dispositivi connessi, tra PC tradizionali laptop, dispositivi mobili, quali smart phone o tablet, sistemi POS, sensori in contatori intelligenti, edifici e altri dispositivi off-premise.

Ciascuno di essi genererà, trasmetterà, consumerà o analizzerà una parte dei 275 exabyte di dati che si raggiungeranno ogni giorno entro il 2020. E' essenziale che rimangano disponibili, sicuri e configurati in conformità alle policy e ai requisiti aziendali e regolatori. Le organizzazioni si confrontano con uno scenario in evoluzione, nel quale ogni giorno si aggiungono nuovi endpoint alla rete. Oltre a dover gestire la sicurezza di PC e laptop, le aziende hanno l'esigenza di proteggere l'afflusso di smart phone e di altri dispositivi tecnologici che interagiscono con l'infrastruttura aziendale, rendendola vulnerabile. Benché il 73% dei business leader intervistati consenta a endpoint non tradizionali (dispositivi mobili o tablet) di collegarsi alle reti aziendali, il 36% ritiene che questi stessi dispositivi non siano adeguatamente protetti e auspicherebbe un maggiore investimento da parte della propria azienda nella gestione della loro sicurezza. Secondo il rapporto X-Force, le "best practice" nel mobile computing e la relativa sicurezza sono piuttosto immature e tra le soluzioni più idonee da adottare sono indicate la gestione potenziata delle password e le funzionalità di crittografia dei dati. L'IBM X-Force 2010 Trend & Risk Report sarà pubblicato integralmente nel mese di marzo.

www.ibm.com/security


Tag:   IBM,   IT,   sicurezza,   informatica,   ICT,  

pagina precedente