Notizie

Tecnologie

Progetto ERSAT: tecnologie satellitari la sicurezza e la gestione del traffico ferroviario

23/03/2016

ROMA – Grazie a ERSAT, sistema di ultima generazione che, primo caso in Europa, interfaccia e integra la tecnologia ferroviaria – sistema di segnalamento European Rail Traffic Management System (ERTMS) – con quella di navigazione e localizzazione satellitare, Galileo, sarà possibile controllare e gestire in sicurezza il traffico ferroviario delle linee convenzionali secondarie, locali e regionali.

Importanti gli obiettivi di questo progetto, cofinanziato dall’Unione Europea e che a regime potrà essere installato su quasi il 45% della rete convenzionale secondaria, sostituendo gli attuali sistemi di sicurezza, e su buona parte di quella europea. Contribuirà inoltre a incrementare la capacità di traffico a disposizione delle imprese ferroviarie, a ridurre le emissioni di CO2 e i costi di gestione.

Le potenzialità di ERSAT sono state illustrate a ingegneri, tecnici e specialisti del settore nel corso del convegno internazionale “First Workshop on ERSAT EAV” tenutosi di recente a Roma nella sede del Gruppo FS Italiane. Il Centro sperimentale del progetto ERSAT EAV è operativo in Sardegna sulla linea Cagliari - San Gavino da febbraio 2015. I test, che in questa prima fase stanno dando ottimi risultati, saranno ultimati entro gennaio 2017 e l’Università “Bocconi” di Milano effettuerà un'analisi approfondita sulla sostenibilità economica del sistema.

Con ERSAT, una volta ricevuta via satellite la localizzazione dei treni (posizione e velocità), l’ERTMS supervisiona la situazione del traffico ferroviario tramite il dialogo terra/treno: dati e informazioni sono trasmessi ai dispositivi installati a bordo dei convogli dalle radio base posizionate lungo il tracciato ferroviario, circa ogni sette chilometri. Oggi per le stesse attività sono utilizzate boe in linea, ogni 1,3 km.

 


maggiori informazioni su:
www.rfi.it



pagina precedente