Notizie

Business & People

La strategia password di Hikvision per la massima sicurezza

11/02/2016

VITTORIO VENETO (TV) - Il cliente finale di un sistema di videosorveglianza raramente cambia username e password di default subito dopo l'installazione di una telecamera o di un apparato di registrazione.

I rischi sono evidenti, essendo i codici di accesso di default reperibili su internet. Quando si pubblica il dispositivo su internet per aggiungere un componente mobile di gestione remota del sistema, il rischio è ancora maggiore. In alcuni casi non si tratta solo di sicurezza del sistema, ma anche di obblighi di legge: la password infatti preserva i dati personali da accessi non autorizzati, quindi è soggetta alle regole del Garante Privacy. Nel caso si scelgano password banali, come ad esempio “password”, “12345”, “admin”, non risultano soddisfatti i requisiti minimi di sicurezza e potrebbero esporre a responsabilità lo stesso titolare del trattamento dei dati.

Sauro Straccali, Vertical Markets Technical Manager di Hikvision Italia, spiega che Hikvision ha sensibilizzato la rete distributiva e gli installatori professionali su questo problema e ha introdotto modifiche alla gestione degli account di autenticazione sui prodotti. Tali modifiche “obbligano” il cliente al primo utilizzo a impostare credenziali personalizzate e complesse.

In tutta la produzione Hikvision, IP, ibrida ed analogica e nelle singole telecamere IP, la prima volta che si accede all'interfaccia di configurazione, l'utente, pena l'inattività del sistema, deve impostare la propria password utilizzando un minimo di 8 caratteri alfanumerici. L'interfaccia suggerisce anche di utilizzare caratteri maiuscoli e segni di interpunzione. Il sistema nel suo complesso viene così protetto con un meccanismo simile a quelli tipici della strong authentication adottata per i sistemi operativi.

“Al di là dell'impegno dei produttori - conclude Straccali - la sicurezza logica non può essere basata solo su meccanismi automatici, ma va gestita con il giusto mix di protezioni software e protezioni organizzative, modus operandi e buone abitudini”.

 



 


maggiori informazioni su:
www.hikvision.com/it



pagina precedente