Notizie

Il duomo ritornerà com’era

13/03/2010
ESTE - Non si tratta di un semplice restauro. Dopo l'intervento il duomo di Este sarà di nuovo splendente come più di tre secoli fa. E si potrà tornare ad ammirare i colori e le tinte che dal 1690 avevano accompagnato i primi anni di vita di quello che è certamente uno dei gioielli artistici della città.
Ieri mattina hanno fatto tappa in città l'assessore regionale al Bilancio Marialuisa Coppola e il presidente della Provincia Barbara Degani: assieme a monsignor Luciano Carraro e al presidente della Fondazione Cariparo Antonio Finotti hanno firmato il protocollo d'i ntesa che dà ufficialmente il via ai lavori di restauro del duomo.
L'intervento partirà subito dopo Pasqua e la prima tranche durerà almeno un anno. Si partirà dall'esterno, con il recupero e la pulizia della facciata e delle mura perimetrali. Solo per questo primo lotto di lavori occorreranno due milioni di euro, finanziati per metà dalla Fondazione Cariparo e per il resto da Regione (500 mila), Provincia (250 mila) e parrocchia di Santa Tecla. Altri due milioni serviranno poi per il recupero degli interni, ma anche per le opere di adeguamento degli impianti elettrici, di riscaldamento, di antintrusione e di diffusione sonora. Quando le impalcature si sposteranno all'interno (tra non meno di un anno), non è escluso che la chiesa possa essere temporaneamente chiusa ai fedeli.


maggiori informazioni su:
http://mattinopadova.gelocal.it/dettaglio/este-il-duomo-ritornera-com%E2%80%99era/1868058


Tag:   Duomo,   Este,   restauro,   antintrusione,  

pagina precedente