Notizie

Business & People

Furti di opere d'arte, in Italia ne avvengono 600 all'anno

09/12/2015

ROMA – Quanto avvenuto di recente al museo di Castelevecchio, a Verona, dove è avvenuto il furto di 17 quadri d’autore, incrementa l’indice del trafugamento di opere d’arte in Italia. In base a recenti rilevazioni statistiche il fenomeno risulta in calo.

Nel nostro paese ogni anno vengono denunciati oltre 1,5 milioni di furti, una piccola parte dei quali ha luogo nei musei, nelle chiese e nei siti archeologici. Secondo i dati Istat elaborati dall’Osservatorio Assiv sulla sicurezza sussidiaria e complementare, i furti di opere d’arte e materiale archeologico denunciati nella più recente rilevazione annuale del 2013 sono stati 592, con un calo del 6% sull’anno precedente.

Sono le chiese gli obiettivi principali dei malviventi. A questo riguardo, il Comando tutela patrimonio culturale dei carabinieri registra il 44% dei furti d’arte, seguite dalle collezioni private con il 40%, mentre i furti nei siti dotati di vigilanza e sistemi di sicurezza, come musei e sedi di enti pubblici e privati, scendono al 16%.

Uno sguardo alle regioni più colpite, che sono Lazio e Lombardia, rispettivamente con 81 e 77 casi denunciati, seguite da Campania (55), Toscana (54) e Emilia Romagna (47). Purtroppo non vi è alcuna regione che sia immune dai furti di opere d’arte. Questi atti criminosi sono distribuiti in modo decrescente fino a Valle d’Aosta e Molise le ultime in classifica con un caso ciascuna. Roma, parlando di province interessate dal fenomeno, è in testa, con 64 casi denunciati, segue Napoli (34), Milano (26) Torino (24) e Bologna (17).

 


maggiori informazioni su:
www.assiv.it



pagina precedente