Notizie

Normative

I cookies e la mancanza di fiducia degli utenti

08/12/2015

MILANO - Sono trascorsi 5 mesi dall'entrata in vigore della normativa sui “cookies”. Il 74% degli utenti che li visualizza all'apertura di un sito web afferma di essere ormai abituato alla loro presenza e di chiuderli senza leggerli, nella convinzione che non vi sia alcuna garanzia sulla tutela della privacy e sull'impiego dei dati personali.

Queste valutazioni emergono da una ricerca condotta da Federprivacy, che mette in luce anche una diffusa mancanza di consapevolezza sullo scopo degli avvisi sui cookies che compaiono quando si visita un sito. Il 35% degli utenti non è a conoscenza del valore di queste avvertenze e il 25% ha capito solo in modo generico che si tratta di una legge per tutelare la privacy online.

"L'utente deve sentirsi a suo agio quando visita un sito e poter nutrire fiducia verso questo, percependo che i suoi dati personali sono in buone mani e che saranno trattati in modo trasparente e senza successive sorprese - ha spiegato il presidente di Federprivacy, Nicola Bernardi, a margine del festival ICT - L'obbligo introdotto dal Garante aveva lo scopo di mettere i paletti sulla parte normativa dei cookies, ma le aziende che intendono seriamente avvalersi appieno delle potenzialità del mercato digitale dovranno guadagnarsi la fiducia del consumatore online, adottando strumenti sussidiari come certificazioni o marchi di qualità che possano in concreto dare certe garanzie sui trattamenti delle informazioni personali dell'utente."

Lo studio condotto da Federprivacy rappresenta un'ulteriore conferma della necessità che le aziende attive nello spazio digitale si occupino non solo degli aspetti legali della normativa, ma anche delle questioni che hanno un impatto sociale e psicologico nei confronti dell'utente finale.

 


maggiori informazioni su:
www.federprivacy.it



pagina precedente