Notizie

Eventi

Asis Italy Chapter: il Generale israeliano Amos Yadlin al Security Workshop in ambito Finance

12/11/2015

MILANO – La sede di Axitea, a Milano, ha accolto il SECURITY WORKSHOP destinato al settore Finance e organizzato da ASIS Italy - Chapter di Asis International, la più grande associazione mondiale di professionisti della sicurezza, la cui missione è quella di promuovere lo sviluppo dell'eccellenza e della leadership degli esperti in questo settore.

Il seminario, moderato da Marco Bavazzano, Presidente di Asis Chapter Italy e CEO di Axitea, ha avuto un ospite speciale, il Generale israeliano Amos Yadlin, Executive Director INSS (Institute for National Security Studies) il cui intervento si è incentrato sullo “Stato dell’arte della Cyber Security”.

Il Generale, che ha operato per più di 40 anni nelle Forze di Difesa Israeliane (IDF), ha sottolineato le criticità del panorama attuale nell’ambito della Cyber Security, all’incrocio tra scenari geopolitici e industriali. Yadlin ha ripercorso l’evoluzione delle dinamiche di attacco e di minaccia che negli ultimi anni hanno caratterizzato gli scenari di mercato, identificando i principali rischi in termini di data corruption, perdita di informazioni critiche, interruzione delle attività di business, frode e sottrazione di denaro. Gli attacchi dell’ultimo periodo si sono concentrati in particolare negli ambiti finance e insurance con danni rilevanti e la lecture ha evidenziato, in particolare, un aumento delle minacce a sistemi come SCADA, nelle infrastrutture mission critical, anche in relazione alla sempre maggiore diffusione dell’Internet Of Things.

Ha quindi preso la parola Gianluca Vadruccio, ICT Security Manager EXPO 2015, con una relazione intitolata: “La visibilità mondiale e la tutela dell’immagine. Peculiarità di un evento universale”. Vadruccio ha posto in evidenza la grande complessità di questa manifestazione, sia dal punto di vista della sicurezza e della protezione, sia per altri fattori legati ai grandi volumi di persone, al notevole numero di stakeholder coinvolti, alla visibilità e attrattività che essa ha avuto per i potenziali hacker. La cyber strategy, l’adattamento continuo delle procedure operative ed un’attenta gestione dei punti critici – insieme ad un monitoraggio puntuale e continuo – sono le best practice che hanno permesso e garantito la buona riuscita dell’evento e la “salvaguardia informatica” del sistema Expo

 


maggiori informazioni su:
www.asisitaly.org



pagina precedente