Notizie

Business & People

Vigilanza privata: Il DM sulla capacità tecnica è realtà

01/03/2011

ROMA - Dopo una lunga gestazione ed un'ancor più lunga attesa burocratica, è stato pubblicato in GU il DM sulla capacità tecnica, primo dei quattro decreti attuativi del DPR di riforma della vigilanza privata, emanato nell'agosto 2008. Il DM, destinato a cambiare radicalmente gli scenari competitivi che allo stato governano il mercato degli Istituti di Vigilanza, delle investigazioni private e delle informazioni commerciali, dovrebbe cambiare anche la vita e la sicurezza delle guardie giurate. Il testo definisce infatti i requisiti minimi che gli Istituti di Vigilanza devono possedere per poter operare sul mercato, in base all'individuazione del tipo di attività che intendono svolgere, all'estensione territoriale che vogliono coprire e al livello di servizi che intendono offrire. I requisiti qualitativi afferiscono alla capacità economico-finanziaria, al corredo tecnologico (i fornitori di tecnologie per le vigilanze drizzino le orecchie), alle caratteristiche del progetto organizzativo e gestionale, alla professionalità delle figure apicali, ecc. In sintesi il ministero dell'Interno esige che vengano fornite delle "garanzie" che dimostrino (almeno sulla carta) che l'IdV possa essere in grado di offrire dei servizi entro un certa soglia di qualità. In caso contrario la licenza verrà negata, sbarrando l'ingresso sul mercato a realtà "fisiologicamente impossibilitate" a fornire servizi di qualità accettabile. E sarà un taglio netto, che potrebbe dimezzare le attuali licenze, in parte per il naturale processo di concentrazioni, accorpamenti e fusioni cui da tempo si assiste, in parte per una diffusa assenza di qualificazione che potrebbe originare una vera morìa d'imprese. Questo DM dovrebbe fare un bel repulisti in un settore assai poco limpido nelle sue dinamiche competitive. A partire dal 30esimo giorno dopo la sua pubblicazione (leggi dal 14 marzo 2011), il DM entrerà in vigore sull'intero territorio nazionale e cominceranno a decorrere i termini per l'adeguamento, da 18 a 36 mesi, in base alla categoria professionale. La prima deadline dovrebbe insomma scadere - con un calcolo spannometrico ma orientativo - intorno al 14 settembre 2012. Scatta la corsa all'adeguamento.

Per scaricare il Decreto e i 10 allegati che ne fanno parte integrante: www.vigilanzaprivataonline.com


Tag:   vigilanza,   normative,   sicurezza,  

pagina precedente