Notizie

Eventi

Hikvision China Tour 2015: l’Italia osserva affascinata

03/10/2015

HANGZHOU (RC) – Proprio mentre a fine settembre il Presidente Xi Jinping era in visita negli Stati Uniti, il governo cinese ha dichiarato di essere in grado di raggiungere l’obiettivo di una crescita annuale del 7%. Nei primi otto mesi del 2015 i nuovi posti di lavoro hanno toccato i 9,52 milioni nelle aree urbane, raggiungendo il 95% del target annuale, secondo la National Development end Reform Commission. Gli esperti ritengono che questa sia una delle ragioni per cui il governo accetti di buon grado una crescita del PIL più lenta di quanto auspicato, senza dover attuare misure di incentivazione all’economia più aggressive.

Le persone in Cina fanno la differenza: fondata da 28 persone, Hikvision conta oggi 13.000 dipendenti, di cui 4500 ingegneri che permettono all’azienda di potersi definire “Complete Solution Provider” (ricordiamo l’8% di fatturato annuo investito in ricerca e sviluppo).

È in questo contesto che dal 19 al 22 settembre si è tenuto l’Hikvision China Tour 2015, con la partecipazione di 29 distributori italiani (accompagnati da un nutrito gruppo di rappresentanti di Hikvision Italy), in compagnia dei loro colleghi da Francia, Spagna, Portogallo, Gran Bretagna, Romania ed Israele, in visita al quartier generale e allo stabilimento di produzione Hikvision, ad Hangzhou.

Presente in 100 paesi e con 17 filiali (a cui presto si aggiungerà quella coreana), l’azienda ha raggiunto nel 2014 un fatturato di 2,82 miliardi di dollari.

Questi risultati si devono ad un effetto cascata che parte da un’ampia gamma di prodotti, che possono contare su software di gestione video avanzati e in grado di soddisfare, anche con personalizzazioni on-demand, le esigenze di decine di verticali.

 


maggiori informazioni su:
http://www.hikvision.com/europe



pagina precedente