Notizie

Business & People

Tendenza al rialzo del costo delle materie prime. Quali conseguenze per le imprese?

07/02/2011

MILANO - Il rame ha toccato nei giorni scorsi la quota di 10.000 dollari per tonnellata, con un incremento della quotazione pari al 52,8% in un anno. Come ha rilevato il Servizio Studi di Confindustria ANIE, anche questa commodity ha raggiunto e anzi superato i livelli pre-crisi, così come i prezzi di altre materie prime impiegate nel processo produttivo dalle imprese elettrotecniche ed elettroniche. Tendenze al rialzo sono state confermate dalle previsioni per il 2011 e hanno interessato anche le materie plastiche e l'acciaio. A giustificare questi dati è in parte la ripresa dell'attività industriale nei principali mercati, in particolare asiatici (Cina in testa) che, come altri paesi emergenti, hanno fatto da tempo il loro ingresso nello scenario internazionale, condizionando il mercato delle materie prime. A tali dinamiche si sono associati anche rilevanti fenomeni speculativi nei mercati finanziari, visto il ruolo di beni rifugio che alcune di esse hanno assunto, le speculazioni dal lato dell'offerta e i comportamenti di carattere monopolistico da parte di alcuni paesi, in particolare la Cina.

Che genere di ripercussioni può avere questa tendenza al rialzo dei prezzi delle materie prime industriali per le imprese? Lo ha spiegato il Presidente di Confindustria ANIE Guidalberto Guidi. "Il primo e importante effetto si identifica nell'aggravarsi degli oneri dal lato dei costi. Le crescenti tensioni nel mercato delle materie prime hanno infatti conseguenze negative innanzitutto sui margini aziendali. I fornitori di materie prime hanno inoltre spesso richiesto la riduzione dei tempi di pagamento, appesantendo una già difficile gestione operativa. Le aziende si trovano ad affrontare una costante carenza di liquidità e potrebbero avere di conseguenza maggiori difficoltà ad affrontare gli investimenti più strategici, fra cui quelli rivolti all'innovazione e alla crescita su nuovi mercati."

ufficio.stampa@anie.it



pagina precedente