Notizie

Normative

Antincendio: tanti alberghi a rischio chiusura, il parere di Assohotel

14/08/2015

ROMA – A seguito della pubblicazione del Dm 14 luglio 2015 contenente le “Disposizioni di prevenzione incendi per le attività ricettive turistico-alberghiere con numero di posti letto superiore a 25 e fino a 50” , Filippo Donati, presidente di Assohotel, ha espresso il suo parere. Il carico burocratico che doveva essere alleggerito è invece stato – a suo giudizio – appesantito e migliaia di alberghi sono ora a rischio chiusura per “una politica debole e distratta”: Donati prosegue: “ai fini della prevenzione incendi, per raggiungere i primari obiettivi di sicurezza si prevede che tali strutture siano “realizzate e gestite in modo da minimizzare le cause di incendio; garantire la stabilità delle strutture portanti al fine di assicurare il soccorso agli occupanti; limitare la produzione e la propagazione di un incendio all'interno della struttura ricettiva” La regola tecnica di recente approvata avrebbe dovuto limitare gli interventi, favorendo l’adeguamento dei piccoli alberghi da 26 a 50 posti letto e permettendo di completare, con minori difficoltà, i lavori già avviati da molti albergatori. Essa invece modifica il contesto degli interventi di adeguamento già in precedenza richiesti semplificandone solo alcuni, lasciandone invariati molti ma, nel contempo, inasprendo i requisiti per altri ancora. Il presidente di Assohotel osserva che non è stato creato un gruppo di lavoro composto, in equa misura, da rappresentanti dei Vigili del Fuoco e degli albergatori e che la regola tecnica è stata scritta esclusivamente dai primi. www.radiocolonna.it

 



pagina precedente