Notizie

Business & People

IBM indica le priorità 2011 per la sicurezza aziendale

04/02/2011

MILANO – IBM Security Solutions anticipa quali saranno le aree di maggior attenzione per la sicurezza nel 2011. In un contesto in evoluzione costante dal punto di vista tecnologico, l'ambito di riferimento per la sicurezza aziendale dovrà ampliarsi: verrà ridefinita la sicurezza degli end-point, si andrà oltre i personal computer e i portatili per coprire aree emergenti quali il mobile computing, le infrastrutture critiche, il cloud computing, i social network. Per una gestione più efficace dei rischi della sicurezza di un'organizzazione, la security dovrà orientarsi più verso la protezione dei servizi critici, ovvero dovrà essere incorporata nel tessuto della sua infrastruttura, concepita "by design", quindi non stabilita a posteriori. Dovrà inoltre guardare con maggiore attenzione ai temi della conformità, della sicurezza interna, della privacy e della gestione delle identità. Un'altra delle principali aree di focalizzazione individuate sarà la sicurezza di dispositivi mobili e di altri smartphone, visto il crescente numero di dipendenti che cerca di accedere alle reti aziendali con i propri dispositivi mobili. Attenzione anche alla protezione delle infrastrutture critiche, come le reti elettriche e i sistemi idrici; sistemi sempre più intelligenti e interconnessi, ma sempre vulnerabili rispetto al crimine informatico. Tutto questo farà sì che la sicurezza diventerà un elemento di abilitazione all'adozione di tecnologie innovative, quali il cloud computing, i social network e la virtualizzazione. Un aspetto da valutare è la conseguenza del fatto che le amministrazioni pubbliche dovranno porre sempre maggiore enfasi alla compliance, creando nuove complessità per le aziende. Dato che le amministrazioni, ovunque nel mondo, adottano legislazioni sempre più rigorose per garantire sicurezza e protezione alle infrastrutture critiche, partecipare dei vari cambiamenti sarà la priorità delle organizzazioni che vogliono fare business in altri paesi. Per quanto riguarda le aziende, esse dovranno adottare misure proattive e incrementare l'attenzione verso le minacce alla sicurezza. Quelle interne, pur spesso involontarie, sono destinate ad aumentare, proprio per il sempre maggior impiego da parte dei dipendenti di dispositivi mobili. L'aspetto positivo della questione è che i professionisti della sicurezza informatica sono sempre più allineati con i responsabili delle linee di business, contribuendo all'integrazione della sicurezza nell'intero ciclo di vita dei prodotti e dei servizi IT e garantendo una progettazione di software sicuro.

www.ibm.com/services/it/security


Tag:   IBM,   cloud computing,   security,   informatica,   IT,  

pagina precedente