Notizie

Business & People

Dahua e le tecnologie per diventare “total solution provider”

08/05/2015

HANGZHOU (CN) – Dopo la crescita esplosiva del 2014, chiuso con un fatturato di 1,2 miliardi di dollari, Dahua è decisa a portare a termine il suo piano di affermazione come “total solution provider” e di penetrazione dei mercati verticali, per raggiungere il nuovo traguardo indicato dal presidente Fu Liquan: 1,6 miliardi di dollari nel 2015. L’approccio verticale di Dahua sarà rivolto in particolare al settore dei trasporti e al retail, che apre la strada a un’ulteriore crescita della compagnia con progetti esclusivi in tutto il mondo.

Per raggiungere questi obiettivi, Dahua ha completato una linea di prodotti e soluzioni al servizio di ogni aspetto della security: sistemi di videosorveglianza (si spazia dalle telecamere IP ai video recorder di rete ai software di video management, VMS), allarmi, sistemi di controllo accessi, video citofonia e serrature.  

“Oltre alle telecamere IP oggi disponibili con risoluzione 2 e 4 K e varie funzioni,  abbiamo completato anche la linea NVR con 1U/2U/3U/4U”, ha dichiarato Tim Shen, direttore marketing dell’Overseas Business center presso Dahua Technology, nel servizio di a&s Asia (marzo 2015). Lo stesso Shen ha spiegato la strategia di “customizzazione” della compagnia cinese che classifica, in differenti serie, prodotti e soluzioni – in ambito IP, NVR e anche HD-CVI – in modo da soddisfare ogni tipo di mercato e progetto, da quelli di larga scala fino ai mercati entry-level, dai progetti professionali di dimensioni medio-grandi allo Small Business Market.

Tra le novità recenti anche la messa a punto di una piattaforma di video management che può essere “tagliata su misura” per differenti mercati verticali, come le applicazioni mobile, banking e CMS e si integra con altri provider di piattaforme (Milestone, per esempio, e Genetec). In quest’area, l’iniziativa più significativa, secondo Shen, è la creazione di un team indipendente R&D per lo sviluppo dei software “customized”: “Sentiamo che questa potrebbe essere la chiave per distinguerci dai concorrenti in Asia”, ha dichiarato il manager.

Uno sguardo, infine, alla tecnologia HD-CVI, la cui domanda – secondo le previsioni della compagnia cinese – si dovrebbe accentuare nel 2015 e crescere fino al 2018, complice la progressiva migrazione dai tradizionali sistemi analogici verso i prodotti HD-over-coax. “Solo nel 2014, abbiamo guadagnato 70 milioni di dollari nei mercati esteri vendendo prodotti CVI”, ha osservato Shen. 

Dahua si è preparata a rispondere a questa richiesta completando l’intera linea di prodotti HD-CVI e lanciando la seconda generazione di chipset che elevano il livello della performance dei dispositivi con HD-CVI e spiccano per prestazioni anche tra gli attuali prodotti HD analogici. La compagnia sta pianificando la sua HD-CVI road map dal 2K al 4 K, per arrivare successivamente all’8K. 

http://www.dahuasecurity.com/

 



pagina precedente